martedì, agosto 24, 2010
2

Come altre case anche la Sony sta applicando le proprie contromisure per "tappare" il mercato dell'usato. A dichiararlo è Andrew House, capo della divisione Europea di Sony. In buona sostanza ogni gioco acquistato avrà un codice valido per la modalità online univoco, ovvero utilizzabile da un solo giocatore, chi comprerà perciò lo stesso titolo usato non potrà accedere a tale modalità.
L'azione, che avverrebbe anche per chi avrebbe pagato l'abbonamento al PlayStation Network Plus, sarebbe dettata dal fatto che chi compra usato e gioca online non contribuisce abbastanza alla spesa del mantenimento del servizio.

Momo

Fonte: GameSurf

2 Commenti:

  1. Bello schifo, fortuna che non sono uno che gioca online.

    Certo che anche loro si tirano la zappa sui piedi. Chi adesso compra giochi usati(tipo il sottoscritto) di certo non va a comprare i giochi nuovi a parte quei 2-3 titoli(che magari compra nuovi anche adesso) e passa direttamente a vie illegali, tanto il gioco è già castrato.

    Poi quei consumatori che vendevano i propri giochi per comprare quelli nuovi hanno meno potere d'acquisto e comprano meno giochi.

    bah, contenti loro.

    RispondiElimina
  2. Non posso che darti ragione. A mio avviso tutto ciò non farà altro che indebolire il mercato (sempre più spesso ci sono titoli che si comprano usati o a prezzo extra ribassato, o non si comprano), e tutto ciò non farà altro che aumentare la pirateria... La diretta conseguenza già la conosciamo, chi non guadagna non produce, che fine faranno le softwarehouse e quindi i giocatori?
    Per altro (non vorrei parlare a sproposito e quindi mi informerò meglio) so che chi compra/vende usato, parlo di negozi, deve registrarli regolarmente, quindi molto probabilmente una percentuale della vendita va anche al produttore. Evidentemente si sono accorti di vendere più l'usato che il nuovo e questo non gli va bene...

    RispondiElimina