giovedì, dicembre 06, 2012
6

Che bello fare pezzi nostalgici e sentirsi vecchi parlando di videogiochi!
L'argomento che andrò a trattare oggi è l impatto sulle nostre sensazioni dei videogiochi odierni,il discorso viene spesso fuori parlando di vecchi titoli,ricordi piacevoli forse "mitizzati" nel corso del tempo...o forse no?
Quello che voglio capire è se siamo cresciuti noi giocatori,se si è evoluta la categoria tutta,se hanno influito i cambiamenti sociali e via discorrendo,o se sono scarse e meno efficaci le produzioni recenti.
Partiamo dalle sensazioni,parlerò delle mie personalissime ma ognuno evidentemente ne avrà di sue associate a determinati titoli.
OLD
NEW










Quand è l ultima volta che un videogioco mi ha fatto ridere di gusto?

-UMORISMO devo essere onesto credo non sia nemmeno troppo tempo fa,una o due morti accidentali in Zack e Wiki per Wii veramente divertenti,ed avventura vissuta spesso con un sorrisino di piacevole gradimento sul volto,prima ancora,se la memoria non mi inganna,fu Eternal darkness a farmi sorridere,ma quelli erano sorrisi di stupore per le geniali trovate dell ormai morente Silikon Knights e per le conseguenze devastanti degli insanity effect,non vere risate quindi,le risate vere per una battuta,tralasciando il sarcasmo del Duca o di qualche personaggio dei vari GTA,quelle di gusto che ricordo con più piacere risalgono a quelle meravigliose avventure che un tempo Lucas Films riusciva a fare,quelle perle che troviamo incastonate nei magnifici episodi della fortunata ,un tempo,saga di Monkey Island.
Passata alla storia
Epica gara di sputi









Ecco,queste erano vere risate,nessuna volgarità,sole genio e puro umorismo!
A questo punto mi rendo conto di aver già scritto uno sproposito e non vorrei finire per fare una tesi di laurea,quindi cercherò ora di andare avanti in modo sintetico e schematico,per cercare di prendere in esame varie emozioni.
-PAURA,sono un ragazzo fortunato(perchè mi hanno regalato un sogno)sono uno dei fortunati possessori di Alone in the Dark,il capostipide di tutti i survival horror poligonali,e bene non fu quello il mio primo impatto con la "paura" ma venne con il suo diretto erede,Resident Evil,se bene le virgolette stiano ad indicare che non era paura vera,perchè non sono uno facilmente impressionabile,intendo che la prima volta che i cani zombie fecero irruzione dalle vetrate,giocando col volume alto mi fecero fare un bel balzo dalla sedia,un colpo così non mi è mai più capitato dal quel giorno,anche perchè fregato una volta sono uno sospettoso,e quindi tendo ad immaginare prima eventuali fatti simili,qualche spavento minore cmq la serie me lo ha regalato,ma mai di quell entità!

Uno dei miei pg preferiti di R.E.
I cani di cui sopra










STUPORE 1,beh stupore è molto generico,direi che a livello tecnico senza alcun dubbio ho 2 ricordi,recentemente il primo Assassin's Creed,un qualcosa di mai visto prima,il primo salto nel vuoto,da una torre vedere una città viva e perfettamente credibile e realistica,ed uno passato invece ma di egual valore risale alla demo di mario 64 fissata attraverso una vetrina di un negozio di giocattoli per circa venti minuti,era semplicemente qualcosa di incredibile,un nuovo modo di vedere un videogioco,sembrava un miracolo.
-STUPORE 2 a livello di trovate invece,beh le prime ore di Zelda oot,interagire con OGNI elemento a schermo,se c era un cartello si poteva interagire,se c era una staccionata era poligonale e potevi salirci,anche un sasso aveva un suo perchè,meraviglioso,e sempre meraviglioso il ciclo di 3 giorni di Mayoras Mask,un borgo vivo e con caratterizzazione e rutine per ogni abitante,sub quest fantastiche,il tutto in salsa meno giocosa nei 2 capolavori meno fortunati della storia,quei 2 Shenmue che ancora oggi gridano vendetta per quanto erano avanti  rispetto ai tempi,ma perchè no,anche la prima auto rubata in un GTA e la fuga con la polizia alle calcagna,e la sfida per la prima volta reale in quella perla che ha aperto un mondo del primo Gran turismo,lo scopo non era più sorpassare tot vetture,era anche riuscire a restargli davanti,avevi finalmente degli avversari.
Senza aprire il discorso sul fenomeno degli stealth game con la meraviglia del primo MGS in 3d,ed il sottovalutatissimo Mission Impossible,per non parlare di Splinter Cell

Il Dreamcast ci ha offerto vere e proprie pietre
miliari dell industria videoludica,Shenmue è una di queste
Altair che scruta l orizzonte...orgasmo!

-COINVOLGIMENTO oddio quì rischiamo di fare notte,ce ne sono stati di giochi che mi hanno preso,in passato i punta e clicca,quindi di nuovo Monkey Island,ma non ho disprezzato nemmeno i primi e più recenti broken sword,i vari Resident Evil,i vari Zelda,Metroid,quì andiamo di certo troppo nel campo del gusto personale,ma per tornare alla vera domanda del pezzo,meglio oggi o meglio ieri posso dire che non è cambiato nulla,le trame buone esistono ancora,ed oggi sono persino spettacolarizzate in modo cinematico,parliamo ancora della serie AC,parliamo di capolavori alla Ico,ma per coinvolgimento posso citare anche un Cod o un adrenalinico Die hard vendetta,un Prince of Persia ,se della trilogia della scorsa generazione è meglio,un immenso Beyound god e evil.Mi fermo ma voi avrete di certo altri 1000 titoli,e li avrei pure io Eternal darness su tutti ma bla bla bla...
Evito la categoria giochi che rendono schiavi e creano una vita parallela e richiedono impegno e dedizione,se volete parlatene voi,io quando mi sono reso conto di aver passato oltre 150 ore nel mio villaggio di Animal crossing MI SONO SENTITO UNO STRONZO!In senso buono eh!
Ed evito pure i di parlare di giochi come mario 64 che ti inchiodano di fronte alla tv a prendere stelle su stelle pensando vabbè un altra e poi spengo,ed in questo caso non si tratta di trama,ma di gameplay calamitico,di sorprese,di voler trovare qualcosa di nascosto,di riuscire ad essere più scaltro dello sviluppatore e trovare i suoi segreti,gran bella componente dei platform che furono,che in parte resiste ancora,ma oggi trovare quelle sensazioni è raro,e non esistono piè le mezze misure,chiamatele se volete Commander Keen,40 Wins,Tonic trouble etc etc etc...
E.D. e l'inquisizione,meraviglioso!
Il 2 è in lavorazione da..uhm..troppo!









-PARTECIPAZIONE EMOTIVA come per la paura il mio essere un pò avido di emozioni non mi ha mai portato a commuovermi per un gioco,di solito mi inalbero se la storia si dipana in modo diverso da quanto mi aspetti come in Syberia,ma ad oggi non sono riusciti a commuovermi in alcun modo,non riesco a piangere se Kafei non riesce ad incontrare Anju,faccio si che avvenga perche mi serve per completare il gioco come dico io,e sarà che gioco principalmente titoli che non hanno all interno trame strappalacrime,ed anche di fronte a questi casi la vivo a livello di coinvolgimento ed interesse per la storia ma non riesco a partecipare all emozione.Poi però ho un lato umano anche io,e mi gioco tutto Pikmin senza lasciare che nessuno dei miei mostriciattoli sia disperso all interno del gioco,le morti sono inevitabili e quindi pace all anima dei Pikmin caduti in battaglia,ma lasciarli soli,indifesi,questo mai,anche a costo di rifare il livello,e per lo stesso motivo ho salvato tutti gli schiavi in Oddworld e via via discorrendo.

Questo gioco fu una vera rivelazione!
Uno di quei titoli  che finisce troppo presto










Esistono altre categorie? si infinite,andiamo avanti?NO stop al televoto !
Il concetto credo sia chiarissimo,i miei sono esempi e non volevo scrivere così tanto,mi son fatto prendere la mano dai ricordi,sapevo già dalla prima riga che sarebbe andata a finire così...
E bene allora potremmo tirare delle conclusioni,posto che ognuno abbia le sue,e che non necessariamente debbano collimare.
Cosa influisce nelle emozioni dei videogiocatori di oggi?
Sembrerò antico,e lo dirò per il vostro diletto,si stava meglio quando si stava peggio :)
In che senso,che quando ero bimbo al TG,soprattutto di giorno non c erano scene cruente,adesso i tg sembrano puntate di CSI,in tv è pieno di show che fanno vedere senza oscurarle,scene di gente che si sottopone ad interventi chirurgici,mandano in onda le scene degli incidenti mortali,la morte è diventato un bosiness per gente tipo la durso,uso la minuscola perché la odio a morte e per me è una persona piccola piccola piccola,e con lei tanti altri.
Il sesso,partiamo dal presupposto che in Italia siamo 10 anni in dietro al mondo civilizzato grazie alla presenza del vaticano,in tv è difficile vedere una topa,tette si a profusione,ma tope ormai nada,per chi lo fanno?Per i nostri figli che passano le giornate a vedere topa su internet :)
che voglio dire con questo(oltre che gradirei il ritorno della topa in tv,che mi ha accompagnato durante tutta l' adolescenza)che il sesso ormai non è più un argomento taboo,grazie a Dio,ma che il mezzo di diffusione principale è internet,quindi se bene un adolescente,o anche un ragazzino abbia accesso al peggio del peggio grazie alla rete,la sua educazione sessuale nella migliore delle ipotesi è ridicola e vive nel bigottismo.
Menefreghismo,noia ed ignoranza sono i restanti mali della nostra società,e bene,di fronte a questi elementi come può un videogioco stupire?
Un tempo aspettavamo la fine di Yattaman sperando che uscisse una sisa a Miss dronio (e non ditemi che lo facevo solo io!),se vedevo del sangue mi impressionavo(scena del sangue che sgorga dal lavandino in Nightmare da bambino,cambio di canale immediato)morti ed uccisioni truculenti se le vanno a cercare su You Tube... Cosa dovrebbero introdurre OGGI gli sviluppatori per sorprenderci?
Onestamente non mi viene in mente nulla,penso che una frase del Duca ed uno strip virtuale oggi sarebbe fuffa,rubare una macchina ed andare da una prostituta,o spacciare droga non fa clamore,siamo circondati da queste realtà,è pieno di gente che viene mal menata senza motivo,gente investita da pirati della strada,rapine,scippi come possono sorprenderci se fanno parte del quotidiano?
Vedere un seno,dopo essere stato 3 ore su You Porn che effetto ha?io dico nulla in confronto alle modelle VESTITE POCO del postal market,o quelle che provavano i vibromassaggiatori con le chiappe al vento!

:P___________
Eh eh,a me Yattaman nemmeno piaceva! 

Spero abbiate capito il senso di questa mia pappardella,la riassumo così:
I tempi sono cambiati,quello che emozionava un tempo adesso o sa di già visto,o non fa clamore,la colpa non è solo degli sviluppatori che fanno 8000 FPS tutti uguali,va detto anche che fare qualcosa di diverso spesso non paga,fare un videogioco OGGI che lasci delle emozioni,è dannatamente difficile.
Vi lascio con questo simpatico video,avrei potuto postare solo questo ed evitarvi questa lettura,e con una domanda specifica,cosa vi ha emozionato,vi emoziona e perché.

PierNano (VcVaV) mi consenta!
Non siate timidi...esprimetevi ;)

6 Commenti:

  1. l' articolo lo sto leggendo a rate, 5 righe per volta come da tradizione perchè ogni volta finisco con l' andare in fondo a vedere il voto finale! NOn c' era ma almeno c' erano un paio di chiappe :)
    Prima o poi rispondo in modo più serio!

    RispondiElimina
  2. si...forse mi sono fatto prendere un po la mano... :)

    RispondiElimina
  3. Bell'articolo Nano!

    In quanto a coinvolgimento non potrò mai dimenticare il tuo già citato Syberia, uno dei miei giochi preferiti in assoluto!
    Sapevi che stanno sviluppando il terzo? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a dire il vero non lo sapevo dopo mi faccio una ricerchina ;)
      cmq è una gran notizia,e mi fà piacere che sia arrivato a fine pagina,bravo il mio nipotino ;)

      Elimina
  4. Eh si, i tempi son cambiati. Ma il problema è la pigrizia degli sviluppatori. Si può stupire in mille modi, sorprendere od emozionare, basta saperlo fare e non ricorrere ai soliti clichè triti e ritriti. Mi è piaciuto come tu abbia spaziato dai videogiochi a youporn con estrema nonchalance XD

    RispondiElimina
  5. grazie kerbs,parlo di you porn e dell accesso che ne hanno tutti,poi il film con lino banfi però te lo fanno vedere in seconda serata(che ormai sono le 23 passate)
    ti fanno vedere morti ancora caldi al tg all ora di pranzo,poi ti censurano il gioco perchè violento.
    il tutto in relazione con una società che non si stupisce + di nulla,perchè conosce tutto e tutto gli viene mostrato continuamente,io a differenza tua,non credo che stupire sia così facile oggi,le colpe dei programmatori che fanno giochi scriptati infarciti di luoghi comuni esistono,ma non so se è una scelta di pigrizia come dici tu,o una scelta necessaria,perchè poi giochi che dovrebbero emozionare,tipo okami,o un esperienza come fragile non li compra nessuno

    RispondiElimina