martedì, dicembre 18, 2012
6
Da tre generazioni le home console targate Nintendo non sono state mai supportate costantemente dalle software house terze parti. Complice l'agguerrita concorrenza che Sony e Microsoft hanno portato con le loro Playstation e Xbox e una ormai consolidata politica "economica", nata con la Nintendo Wii
, che tecnicamente non poteva far girare giochi in alta definizione. Con l'arrivo della Wii U, i dirigenti della Nintendo hanno promesso un gran supporto dalle terze parti, garantendo giochi che fino ad ora erano usciti solo sulle console concorrenti. La line up iniziale della Wii U ha contato giochi dal calibro di Assassin's Creed, Call of Duty, Darksiders, Mass Effect ecc... un buon inizio, non c'è che dire, ma a qualcuno non è bastato. Da qualche giorno in rete circolano notizie su delle petizioni rilasciate da videogiocatori, inerenti a due nuovi titoli in uscita; i giochi in questione, trattasi di Dark Souls II, seguito dell'omonimo titolo, molto acclamato da critica e pubblico e GTA 5, sono fortemente bramati dai possessori Wii U, e tramite firme online cercano di dare un messaggio di questo loro ardito desiderio. Dark Souls II ha addirittura superato le quattordici mila firme... un numero davvero considerevole, ma ciò deve preoccupare? Cosa significano queste petizioni? E' un modo per esprimere la voglia di giochi nuovi non Nintendo per una console attualmente in linea con le concorrenti o la paura di essere abbandonati? Ma la domanda più consona sarebbe: - Perché mai titoli annunciati da poco tempo vengono sviluppati solo su Playstation 3, Xbox360 e Pc mentre,  la già uscita Nintendo Wii U viene snobbata? I videogiocatori si preoccupano di questo, dei giochi che sono la cosa più importante. Le risposte alle domande poste possono essere numerose: base installata molto più numerosa, maggior confidenza di programmazione su le altre console, titoli in sviluppo prima che il progetto U non fosse ancora arrivato nei piani dei programmatori et cetera et cetera... titoli come Far Cry 3, Hitman Absolution, Tomb Raider, Metal Gear Ground Zeros, Watch Dogs, Remember Me, sono e saranno le ultime cartucce sparate dalle terze parti prima dell'inizio della nuova generazione di Sony e Microsoft.
La Wii U comunque, dalla sua ha la motivazione di essere uscita da si e no due mesi, quindi è ancora tutto da vedere, titoli interessanti e di nuovi ne ha, solo che questa insolita stranezza, questa primordiale snobbaggine di alcuni titoli la dice lunga, e se questo andamento durerà, il videogiocatore Wii U sarà nuovamente abbandonato come un cane su una fredda e buia autostrada, riscaldata e illuminata dai soli titoli Nintendo.

6 Commenti:

  1. Per me il discorso è semplice: finora i multipiatta usciti finora si ritrovano a essere delle delusioni, sai adal punto di vista grafico sia dal punto di vista delle famose "feature esclusive"...le recensioni sui vari AC3, Darksiders II, Mass Effect 3 e Batman AC non mettono certo in buona luce la console Nintendo. Quindi, dal punto di vista dello sviluppatore, che senso ha investire in una nuova paiattaforma, che comporta spese uletriori a quelle sostenute per i multipiatta classici se poi i risultati son scadenti, e di conseguenza lo sono anche le vendite? WiiU ATTUALMENTE rimane una macchina per le esclusive Nintendo e basta. il resto son contentini che si danno (e si daranno) ai possessori, con tutte le considerazioni del caso. Appena esce un titolo che si rivela superiore alla controparte si esalta la potenza di calcolo della nuova macchina di Kyoto, ma UN CASO non fa una statistica, mentre, matematicamente aprlando, 4 cominciano a essere decisamente un dato preoccupante, soprattutto per chi i soldi nello sviluppo del software deve investirli...

    RispondiElimina
  2. Bell'articolo Mastik, secondo me il problema principale della mancanza di tanti multipiattaforma sono i costi. Convertire o sviluppare su WiiU ha un costo che per ora è superiore nelle previsioni ai ricavi. Questo perchè è una console appena nata con una base installata minima (soprattutto rispetto a ps360).
    In più è l'erede di un certo Wii che diciamo non ha attaccato tanto tra un certo tipo di giocatori..
    Quindi direi che per ora più in la nei ragionamenti non possiamo spingerci, se poi invece tra un annetto WiiU avrà venduto bene e i titoli multi ps360 saranno ancora pochi ne riparleremo.
    O forse tra un annetto bisognerà preoccuparsi dei multi ps4/xbox360allaseconda ?

    RispondiElimina
  3. Io dico ormai che è difficile uscire dalla nomea che ci si è costruiti intorno negli ultimi anni.
    Giochi come Wiisport e Wiiplay han venduto uno sfacelo a dimostrazione di un'utenza media di un certo tipo. Io non credo che la situazione migliorerà nel tempo, Nintendo sfornerà sempre i suoi capolavori ma per il resto.....

    RispondiElimina
  4. Ottimo articolo, ben scritto. C' hai naso per queste cose, Mastik!
    Direi che i 3 commenti qui sopra portino motivazioni sufficienti e realistiche (IMHO) sull' assenza di certi giochi, assenze che poi di fatto lasciano davvero con l'amaro in bocca e vanno a smentire quanti pensavano che almeno sul finale di questa generazione, gli utenti Nintendo avrebbero avuto di tutto e di più... a quanto pare non era così scontato.
    Senza fare la cassandre di turno, temo che questa console dovrà sudare parecchio per ottenere una softeca variegata e non totalmente dipendente dalla produzione della casa madre. Una situazione anomala, visto che questa macchina espressamente creata per recuperare quello che non arrivava per problemi tecnici sulla wii e che ora, non arriva comunque nonostante la maggiore potenza tecnica.
    Spero che questo sia almeno da incentivo per Nintendo, che dovrà cercare di non far rimpiangere i molti titoli annunciati per le concorrenti vecchie di almeno 6-7 anni, rilasciano come un tempo, delle produzioni esclusive imperdibili. Mi auguro di non sognare troppo :-/

    RispondiElimina
  5. Bravo Mastik mi hai stupito! Chi hai costretto a scriverti l'articolo? XD

    RispondiElimina
  6. wii u rischia di vivere la stessa situazione di wii,ossia un arretratezza tecnologica che ne pèregiudicherebbe un gran numero di titoli multy
    cosa gioca a suo favore?
    l anno di vantaggio sui competitor può dargli una base istallata importante che deve far riflettere le sh,potrebbe anzi...
    poi uscirà la console android,nessuno ne parla,ma le specifiche tecniche trapelate tempo fa,farebbero pensare ad un dispositivo tecnologicamente simile a wii u,ed anche psvita,in fin dei conti è una ps3 versione light
    quindi wii u,nella peggiore delle ipotesi potrebbe giovare di una seconda giovinezza dell attuale gen
    poi ci sarebbe da vedere se quei 2 gb di ram,se si programma come nintendo ha pensato e non convertendo titoli multy col deretano,rendano wii u in grado di competere...tenere il passo,con la vera next gen,perchè il vantaggio + grande di tutti è che cmq oltre i 1080p non si va,quindi visivamente non vivremo di nuovo l abisso wii vs ps360
    @ mastick,veramente bel pezzo,ringrazia chi te lo ha scritto da parte mia ;) (lo zio quando ha ragione ha ragione! )

    RispondiElimina