giovedì, gennaio 24, 2013
4

Una delle notizie che sicuramente ha creato più vociferare durante il Direct di Nintendo è quella che vede The Legend of Zelda: The Wind Waker (titolo per Game Cube da sempre incorniciato da amore e odio per via della scelta stilistica dei produttori) al centro di una produzione per Wii U. Insomma: un Remake. Ora è il momento di mettere da parte le parole e passare alle immagini, con questa breve galleria comparativa:












4 Commenti:

  1. riassumom quanto detto nella discussione sul forum
    se sarà un remake con restyling grafico ed aggiunta del miiverse,a prezzo budget potrebbe essere interessante per chi non lo ha giocato su gamecube.
    se invece il lavoro è più profondo e vengono inseriti nuovi elementi o elementicancellati per vari motivi nell originale,oltre all upgrade tecnico e l inserimento delle features per il paddone(scontate visto che il titolo già all epoca interagiva con il gba) allora diventa appetibile per tutti,anche chi lo ha già giocato

    se poi come nel mio caso vi lasciò un senso di vuoto di incompleto ed amarezza,potresrte addirittura ricredervi e giustificare il prezzo "pieno"

    l introduzione del miiverse e menate simoili invece sono cose per me inutili che esulano dal gioco

    RispondiElimina
  2. sarà che sono un tipo pratico e senza cuore, ma se le aggiunte si limiteranno alla grafica ed al miiverse, resta sullo scaffale.
    Il gioco non mi è dispiaciuto ma le operazioni nostalgia non mi attirano, l' effetto "wow fico" dopo 10 anni non viene rigenerato da una grafica più ricca.
    P.S. ma questo miiverse...vi piace? Mah! Ora scrivo un articoletto dai!

    RispondiElimina
  3. Si, devo concordare con Nano su tutto.
    Certo a vedere le immagini l'upgrade grafico è evidente, forse di più che Ocarina of Time per 3ds.....

    RispondiElimina
  4. Sarà che capisco poco di grafica ma qui mi sembra che il motore grafico sia praticamente lo stesso, la differenza sta in illuminazione, shading e compagnia cantante. Mi sembra che la scelta sia caduta su WW solo perché è un motore grafico che punta più sulle stile che la mole di poligoni e maggiormente manipolabile senza stravolgimenti. Per quanto ami WW so anche che c'è un'enormità di persona che lo odia e, in un momento in cui c'è bisogno di titolo davvero forti, ma soprattutto dopo la famosa demo di lancio con uno stile ben diverso, mi domando che senso abbia tutto ciò. mi rimane solo da pensare che sia lo Zelda più semplice a cui aggiungere nuovo materiale senza impiegare tempi pachidermici o che, visto il motore non esoso a livello poligonale pur mantenendo il proprio stile, sia più adatto ad un uso online di spedizioni di gruppo. L'ultima affermazione è tirata a caso ma ormai non mi stupisco più delle bizzarre iniziative della Nintendo.

    RispondiElimina