lunedì, febbraio 04, 2013
5
Sopravvivere ad una catastrofe,che sia naturale,causata dall umana stupidità,da un virus alieno,dall invasione degli zombies,dal giudizio divino,dalla terza guerra mondiale,da un metorite o un cataclisma,dalla scomparsa dell eterosessualità,o qualunque cosa ancor più grave e devastante riusciate ad immaginare,addirittura un governo Monti bis con Berlusconi e Bersani alleati,è uno dei filoni preferiti dal cinema,dalla tv,dai libri,i fumetti ed ovviamente i videogiochi.
Fa parte del filone questo promettentissimo The last of us,titolo esclusivo per
Ps3 che sembra aver maturato nel corso dell ormai lungo sviluppo una credibilità ed un fascino che all inizio non mi pare gli fosse attribuito.
Come sappiamo sapete il gioco ormai è abbastanza prossimo,ed una demo verrà rilasciata insieme al prossimo capitolo di God of war,per poi suppongo far bella mostra di se sul PSN.
Facciamo un pò di chiarezza,il gioco è sviluppato da Naughty dog e come logica vuole è prodotto e distribuito da Sony,ed ecco che si connota da sola la portata del prodotto,sul genere...beh da quanto visto parliamo di un avventura/survival con elementi stealth,insomma una commistione di generi come va di moda ultimamente.
Sulla trama,come detto siamo sopravvissuti ad una devastante pandemia che ha decimato il genere umano tramutando le persone in creature assassine con mutazioni genetiche di ogni tipo,ci troviamo nella costa est degli Stati Uniti 20 anni dopo lo scoppio del contagio.
Le città in preda al caos sono state fortificate ed i sopravvissuti ci si sono chiusi dentro come da tradizione del genere,sarà necessario uscire per trovare risorse e farsi strada tra i resti della gloriosa civiltà umana e fare i conti con le creature che la infestano,immaginate ken il guerriero,uno scenario post apocalittico dove i deboli sono condannati a perire e dove l istinto di sopravvivenza è l ago della bilancia tra vita e morte.
In questo contesto Joel burbero protagonista e Tess scortano Ellie durante un uscita in cerca di qualcosa di utile e pur non fidandosi l uno dell altra partono alla volta della Pennsylvania.
Questo a grandi linee The last of us,esplorare,trovare e combinare risorse oltre ad avere il giusto compromesso tra un approccio aggressivo in certe circostanze ed uno stealth in altre,la cooperazione tra i personaggi e l interazione con l ambiente faranno la differenza tra la vita e la morte.
Salvo problemi a maggio scopriremo se e come questo titolo potrà mantenere le buone premesse,vi lascio a 2 succosi video,il primo per gli anglofoni è un confronto con uno sviluppatore che ne snocciola alcune caratteristiche salienti,il secondo un video di gameplay che non fa altro che rendere frustrante l attesa.





Aggiunti 2 video,l ultimo dei quali di gameplay ed allego qualce foto decente 

PierNano (VcVaV)


5 Commenti:

  1. Sembra interessante anche se il sistema di gestione delle armi e degli oggetti, in game, mi pare un po' macchinoso e non tanto immediato viste anche le concitate sequenze dei video. Ovviamente le mie sono sensazioni visto che non posso testarlo con mano ma le impressioni che ho sono queste.

    RispondiElimina
  2. Ho l'impressione che questo gioco sia super scriptato, ma spero di sbagliarmi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cioè che gli avventimenti non sono generati al momento dalla situazione ma programmati in ogni dettaglio...in pratica ogni partita ripropone gli stessi avvenimenti, movimenti dei nemici ecc.

      Elimina
  3. attenzione che l inventario analogamente al recente zombi u è in tempo reale
    quindi devi ponderare bene come interagire con l equipaggiamento e quando
    per esempio raccogliendo un bastone e delle forbici puoi combinarli legandoli e crearti una sorta di lancia,puoi scegliere se combattere ed uccidere le creature in modo furtivo usando la testa o usando le forza bruta
    almeno da questo punto di vista,ci sarà molta libertà a quanto pare ;)

    RispondiElimina