giovedì, marzo 21, 2013
3

Apro questa nuova rubrica per ampliare la nostra curiosità del mondo videoludico presentandovi le Software House che sono dietro ai nostri cari videogiochi che sappiamo tanto amare quanto odiare.
La prima che voglio presentarvi è Platinum Games, nata essenzialmente da pochi anni ma con un sacco di storia alle spalle.


Platinum Games è nata il primo agosto del 2006 chiamata inizialmente Seeds, fondata da nomi illustri come Hideki Kamiya (padre di Devil May Cry) e Shinji Mikami (la mente dietro Resident Evil) e altri sviluppatori che facevano parte della Clover Studio di Capcom (per altro autori di autentiche perle come Okami, Viewtful Joe e God Hands), che chiuse nel 2007 visto che la stessa Capcom decise di non finanziali più.
Platinum Games quindi comprendeva persone dal grande potenziale già esperte nel settore e nel 2009 svilupparono il loro primo videogioco, Madworld.




















Titolo esclusivo per Nintendo Wii, Madworld si mostrò un videogioco gore e violentissimo con una resa grafica decisamente fuori dagli schemi, un mix di bianco e nero ben sviluppato che si macchiava di rosso durante i violenti colpi di motosega del protagonista Jack, già da qui si può notare come il tocco creativo e lo stile ricordavano i Clover Studio (che per loro era un marchio di fabbrica).

Ma Madworld non era altro che l'inizio.

Platinum Games è ricordata specialmente per un gioco, lanciato nel 2010 che è stato oggetto di lode ma anche di discussione nel popolo dei videogiocatori. Bayonetta.




La mente dietro questo progetto fu quella di Kamiya.
Per lui è stata una specie di "vendetta" nei confronti di Capcom, perché deluso dalla strada che aveva intrapreso il suo agognato Devil May Cry, ha voluto creare Bayonetta per far intendere come doveva evolversi la saga di Dante. 
Il gioco, uscito per Playstation 3 e Xbox360, è stato lodato e premiato per il sistema di combattimento ed è stato nominato tra i migliori action del 2010. Qualche critica però si è smossa nei confronti della procace protagonista, definita volgare per i suoi sinuosi atteggiamenti e atti propriamente provocatori (ma a me non può far altro che piacere ndr.). Forse, un'unica nota di demerito va considerata per l'adattamento del gioco per la console Sony, molto al di sotto della controparte Microsoft.

A questo punto si fa avanti Mikami con un altro gioco pronto a rompere gli schemi dei normali action sparatutto. Vanquish.


Definire Vanquish come un normale sparatutto è sbagliato, la sua natura prettamente arcade e lo stile di gameplay adottato rendono il gioco di una freneticità mai vista; ed è proprio questa l'arma vincente del titolo, con una trama non molto coinvolgente e dei personaggi stereotipati spiccano le sparatorie, strutturate veramente bene che coinvolgono tutto ciò che circonda il campo di battaglia. 
Platium Games è riuscita ad ottenere consensi molto positivi riguardo i suoi giochi, tanto che la loro carriera è arrivata ad una svolta quando Konami  propose loro di sviluppare un gioco di una famosa e leggendaria saga, ovvero Metal Gear.



Platinum Games ha avuto l'arduo compito di riportare in auge lo spin-off Metal Gear Rising che da tempo era stato lasciato nel limbo. 
Quando fu annunciato che il gioco avrebbe avuto una svolta prevalentemente action si sollevò una bufera di polemiche contro la software house, si gridava allo scandalo e alla rovina di una saga come quella di Metal Gear. 
A lavori finiti, il gioco si rivelò essere un ottimo action, frenetico e abbastanza coinvolgente facendo sì che i Platinum Games venissero eretti nell'olimpo delle software house di questa generazione. 

Ultimo ma comunque degno di nota è Anarchy Reigns, picchiaduro basato sui personaggi di tutti giochi sviluppati dalla software house che si è rivelato anch'esso un ottimo prodotto. 

Il segreto che ha portato al successo questa software house è stato indubbiamente l'originalità  e un gameplay molto solido nei loro giochi, oltre all'utilizzo sempre di nuove IP. 
Per ora ha in sviluppo il sequel di Bayonetta esclusivamente per Wii U visto che Nintendo ha voluto finanziare il loro progetto altrimenti non avrebbe mai avuto vita e Wonderful 101, altra esclusiva Wii U con protagonisti piccoli supereroi. 

Medaglia al valore quindi per Platinum Games che si sta rivelando essere una delle migliori software house in circolazione!









3 Commenti:

  1. Non ho riportato notizie su Inifite Space e Anarchy Reigns perché sinceramente non sapevo cosa scriverci su. Magari l'aggiornerò un giorno!

    RispondiElimina
  2. lo leggerò con clama domani,ho solo letto qualche spezzone,ottima iniziativa ;)

    RispondiElimina
  3. Mad World è veramente una chicca e non vedo l'ora di provare Bayonetta 2... sperando che esca prima o poi!

    RispondiElimina