venerdì, marzo 29, 2013
1
abbiamo visto nella prima parte come Nintendo da produttrice di carte da gioco si evolva capisca il mercato e riesca in breve tempo ad imporsi diventandone leader con uno strabiliante NES,la prima vera console ad avere un successo mondiale ed indiscutibile.


SIAMO DUNQUE NEGLI ANNI 90:

Anni in cui anche i pc iniziano a prendere forma e corpo per come li conosciamo ora,i videogiochi ovviamente diventano un pochino meno amatoriali,passatemi il termine e si iniziano a delineare alcune meccaniche ed a spiccare in modo stabile alcune software house,tutto questo accompagnato dal primo evidente upgrade tecnologico,benvenuti nell era 16 bit.
In Giappone viene lanciato lo SNES.

Cosa rappresenta lo SNES  ? Per molti ancora oggi è la console perfetta,qualunque gioco veniva convertito per SNES,le esclusive erano tantissime ed ottime,la line up completa in ogni genere,il pad era fantastico,i tasti dorsali ed i  nuovi tasti azione ci regalavano insieme alla potenza di calcolo nuovissimi mondi,nuove esperienze e nuovi viaggi da intraprendere con la fantasia,ma sta volta con meraviglia guardando lo schermo appare tutto più bello,il passaggio dagli 8 ai 16 bit è una delizia.
Sul fronte delle saghe proprietarie Nintendo è un pò il Mourinho dei videogames,quell allenatore un pò arrogante che però se sei dalla sua parte non può affascinarti,gli altri lo odiano ma è vincente,e bene Nintendo non si limita a portar avanti le saghe che l hanno resa celebre in epoca NES,no non le basta,le amplia,le migliora,le perfeziona le rende magnifiche ed inarrivabili,ci mette dentro classe maestria arte ed un pezzo di cuore,dentro le cartucce Nintendo non ci sono solo circuiti integrati o chip particolari come i famosi chip FX,no...c è dentro passione e anima,quando giochi alcuni titoli
Nintendo sei parte di una storia,non stai giocando,stai vivendo un esperienza,e lo stai facendo nel miglior modo possibile,trovate di genio,stato dell arte aiutano a calarti in un personaggio,sia esso Link alla ricerca della triforza sia Mario con il suo nuovo mantello e dei mondi magnifici colorati e pieni di segreti,avrai timore indossando la tua tuta spaziale scendendo dalla navetta e trovandoti di fronte a pianeti e creature mai visti prima....
Poi ci sono serie della precedente console che non ritornano,ma per una che non ritrovi ce ne sono almeno 2 nuove,Nintendo è un vulcano di idee e sono tutte vincenti,pensiamo alla nascita di serie di successo come Mario kart,Mario rpg,F-Zero,Yoshy island,Star fox e poi...poi Nintendo si avvale della collaborazione di terze aziende,alcune dannatamente talentuose che sfornano ulteriori capolavori,la serie di Donkey kong country per citarne una.


Credo che il quadro vi sia chiaro,ormai blatero da un bel pò,avrei potuto sintetizzare il tutto dicendovi Nintendo è Dio,dall alto guarda quello che ha creato ed ha una reputazione pazzesca,è la prima produttrice di hardware nonostante come al solito Sega le tenti tutte (e sia più minacciosa che in passato),e soprattutto è una dell software house sia più prolifiche che talentuose,veramente in pochi possono tener testa alla casa di Kyoto che è di nuovo in vetta.
In questo quadro generale,col passare degli anni e con la tecnologia che avanza,è già ora di pensare al futuro,anche perchè Sega e con minor rilevanza,altre produttrici di hardware cercano di bruciare i tempi.
Il futuro si chiama cd,un rivoluzionario supporto introdotto da Philips in grado di contenere un numero di informazioni pazzesco,con dei costi negli anni 90 accessibili ed inferiori alle cartucce e con una versatilità migliore.
E quindi mentre Sega lancia le sue versioni cd del MegaDrive,il mega CD con tutti i suoi infiniti add-on,mentre Atari spera di tornare in voga con il suo Jaguar Nintendo sorniona continua a supportare in modo mirabolante il suo SNES introducendo nuovi chip che riescono a gestire un primo embrionale 3d (sapeste quanto ho giocato a Stunt fx) ed in segreto lavora alla sua versione,o meglio al suo add-on CD.
Lo SNES non ebbe lo stesso dominio del NES in termini numerici soprattutto in alcune aree ma marchiò a fuoco il nome Nintendo nei cuori dei suoi sostenitori.
Parlavamo di add-on comunque,ed allora pur essendo relegato al suolo Giapponese non possiamo non menzionare il Satelleview,periferica satellitare che permetteva ai giocatori di sfidarsi ognuno da casa sua dando il via all era che oggi chiamiamo dell online,senza scordare gli altri molteplici servizi disponibili,ne parliamo perchè contrariamente ad alcune aggiunte per NES che di fatto lo rendevano una sorta di calcolatore sulla falsa riga del Commmodore per intenderci,questo Satelleview avrà un seguito nella moderna concezione di console.


QUALCOSA LI SU NELL OLIMPO INIZIA A SCRICCHIOLARE...

E così già dal 1988 Nintendo iniziò a studiare un lettore cd esterno da attaccare allo SNES e scelse come partner niente meno che Sony,qualcosa andò storto però e non se ne fece nulla,quindi Nintendo contattò direttamente Philips ma anche sta volta non ne venne fuori nulla di buono benchè il CD-I fosse praticamente pronto,la casa di Kyoto però era dubbiosa sul da farsi e così mandò tutto alle ortiche e contattò di nuovo Sony che ebbe il merito di creare la PlayStation,ma indovinate un pò...Nintendo blocco di nuovo tutto e tornò da Philips...
In tutto ciò Sony stufa di questo atteggiamento decise di andare avanti da sola e come sappiamo nel 1994 lanciò la PlayStation che ebbe una tiepidissima accoglienza ma che come sappiamo tutti entro breve divenne il sistema più venduto di sempre(fino ad allora)
2 prototipi di Playstation,il primo è quello in collaborazione con Nintendo,il secondo è praticamente la versione finale ,in rete se ne trovano anche molti altri.
Questo incidente che probabilmente è stato il primo vero bivio nella storia Nintendo e che comporterà una serie inaudita di problemi rappresenta purtroppo la discesa dall olimpo...
Per completezza per chi non lo sapesse poi Nintendo tornerà da Philips e gli darà carta bianca nel commercializzare e supportare il CD-I che non sarà più un add-on per SNES ma una console a se.
il mai arrivato lettore cd
il Philips CD-I

Cosa accade ora a Nintendo? Bene se da un lato è ancora la regina del mercato si trova a dover affrontare una difficilissima situazione,deve lanciare una console nuova ma tutti gli sforzi profusi nei precedenti anni sono andati persi,non ha un partner per poter usare al meglio la tecnologia cd e cosa che passa troppo spesso in secondo piano... essendo leader del mercato,applica delle politiche a volte dittatoriali nei confronti delle software house,e soprattutto aveva accordi economici meno vantaggiosi per loro che erano costrette a pagare profumate royalties a Nintendo per poter sviluppare per i suoi sistemi.
In questo clima non proprio ideale Nintendo ha un solo obiettivo,sbaragliare ogni concorrenza e far rimanere con un pugno di mosche in mano chi ha osato contraddirla o prendere un altra strada,si lavora alacremente per presentare L ultra 64,una console ben diversa dal Nintendo 64 che poi tutti abbiamo avuto l onore di conoscere ed ammirarne le perle esclusive,ma di questo parleremo nella terza parte nei prossimi giorni.

PierNano (VcVaV)

1 Commenti:

  1. Che errore clamoroso quello con Sony, i tentativi di creare un lettore cd ha creato un sacco di danni e sperperato denaro. Comunque secondo me hanno fatto bene ad accantonare i cd e continuare ad usare le cassette anche sul N64. Costavano di più, ma ai tempi avevano performance migliori e caricamenti più rapidi, oltre a non richiedere le memory card.
    Il Super NES invece fu un successo e tutt'oggi viene visto come una delle console meglio riuscite e più complete di sempre.

    RispondiElimina