martedì, marzo 12, 2013
4



Ci sono dei giorni durante i quali mi rimpiango i bei tempi in cui la Nintendo era un' azienda ermetica: non faceva dichiarazioni, non si scusava, non accampava giustificazioni...non si sapeva un cazzo insomma, ma in compenso produceva giochi memorabili.


Le sue politiche erano spesso discutibili, ma alla fine le si perdonava tanta imprevedibilità pensando alla gioia ed al piacere trasmesso attraverso i suoi giochi.

Negli ultimi anni invece ho sentito spesso Miyamoto, Reggie, Iwata prodigarsi in tante parole, manifestarci buone intenzioni con i Nintendo Direct, scusarsi per tante cose come il prezzo del 3DS; Wii Music, il supporto infimo delle terze parti di questi ultimi 15 anni e via così.

Ma questa nuova filosofia "chiacchierona" porta a qualcosa? Le ultime dichiarazioni del Sommo Maestro  Shigeru sono l' apoteosi di questa tendenza, che a mio parere si sta rivelando sempre più "piagnona" ed autogiustificativa...

devo ancora dire la mia, per la verità!


Pochi giorni fa, il caro Maestro Supremo, nostro Shigeru (amen), avrebbe infatti confidato ad un giornalista del Time, che Pikmin 3 poteva essere un giusto titolo per la line-up iniziale di Wii U insieme a Nintendoland, giustificando la situazione nel modo seguente: "nello sviluppo di nuove caratteristiche e funzionalità, dunque la forza lavoro che poteva essere utilizzata per sviluppare solo giochi è stata concentrata sullo studio dell'hardware e non siamo stati in grado di fornire una line-up molto robusta, all'inizio".

le vendite di Wii U? Eeeeeeeh...


Pochi giorni dopo, leggo che alla fine di un' intervista al NY Times avrebbe ammesso che per Nintendo è stato un errore trascurare l' on-line e che i primi mesi della nuova console sono andati meno bene di quanto sperato.
 
Ora, sarò io un tipo particolare che se ne frega altamente di leggere i pentimenti del giovane Shigeru, sarà giusto estenare i propri sentimenti, ma da parte mia apprezzerei molto, MOLTO di più che a Kyoto si rimboccassero le maniche per risollevare le sorti della console con progetti IMPORTANTI, non con chiacchiere, remake inutili, giochini per diversamente videogiocatori.

La conclusione? 

SOLO CHIACCHIERE E DISTINTIVO!!!





4 Commenti:

  1. Non credo si possa aggiungere molto... se in più ci metti che tempo fa è venuto fuori che Pikmin non è neanche un Concept di Miyamoto ma di un altro sviluppatore a cui hanno comprato l'idea...

    RispondiElimina
  2. strano..io ho sempre saputo che pikmin era il sogno d esplorazione di miyamoto bambino,e che le ambientazioni erano il giardino in cui il gur passava le sue giornate da infante sognando viaggi fantastici...

    su nintendo in generale,per chi frequenta il forum ho detto la mia nel proprio non va,Nintendo è un albero che ha fatto un sacco di frutti in modo inaspettato con wii,ma se non si tagliano i rami secchi rischia di morire...

    poi sono d accordo sul discorso le cappellate le ha sempre fatte ma prima si riusciva a giustificarle perchè i sistemi nintendo ti offrivano qualcosa in più che altrove non potevi trovare...

    RispondiElimina
  3. io ho saputo che Smash Bros era un progetto di Sony, ma ne riparleremo..

    a parte questa balla, anche io sapevo che Miyamoto si ispirò a Pikmin guardando il proprio giardino: Momo se hai qualche fonte metticene a conoscenza!
    Riguardo l' ultimo punot NAno l' ho specificato, passavi sulle cappellate di Nintendo perchè i giochi ti facevano dimenticare tutto, ultimamente no o in modo molto parziale, e stavolta le vendite attuali sono lì a dimostrarlo


    RispondiElimina