venerdì, aprile 26, 2013
3

Periodo nero in casa Nintendo, almeno per quanto concerne il lato casalingo delle sue console. Di recente, infatti, la casa di Kyoto ha rivelato i dati di vendita delle sue console, da quali si denota che il disastro (in molti ormai così lo definiscono) attuale del Wii U è sorretto e confortato solo dal successo del 3Ds. A tal proposito la casa madre è dovuta correre ai ripari.
Il mercato più nero pare essere quello Nord Americano, ecco quindi che Satoru Iwata va ad affiancare Aime al comando della parte societaria a stelle e strisce.
Ma ovviamente il risanamento non sta solo in movimenti interni, Nintendo vuole tornare a vendere come fatto con Wii. 

Arrivano quindi gli annunci: entro il 2013 troveremo sugli scaffali di tutto il mondo, oltre ai già dichiarati Pikmin 3 e il remake di The Legend of Zelda: the WindWaker, anche il nuovo Mario Kart e la nuova avventura 3D di Super Mario.

Indubbiamente titoli campioni di incassi, già lo sappiamo, ma basteranno, nuovamente senza il supporto delle terze parti, a far vendere console? Riusciranno i soli Mario e co. anche nel 2013 a fungere da Killer Application? Attendiamo, intanto, fiduciosi l'E3. A fine anno invece tireremo le somme...

3 Commenti:

  1. Alla fine ci sono arrivati anche loro, dai meglio tardissimo che mai!
    Tutte situazioni prevedibili e previste, senza l' apporto dei casual che puntano su social network e mobile gaming resta poco.
    Sono contento che presto usciranno i giochi che mi aspettavo, spero che le scarse vendite stimolino Nintendo a dare il massimo, facendo comunque fruttare il mio acquisto....ma resterà fanalino di coda, ne sono convinto.

    RispondiElimina
  2. wii u è morto,e se nintendo...che ricordo non è una software house ma una toys house si sbriga a far uscire i giochi,anche perchè delle terze parti non ce ne saranno molti,per ora,e dopo non ce ne saranno quasi per niente....,cmq saranno giochi fatti col culo rispetto al solito o monchi,perchè la fretta a questo porta.
    Iwata ceo americano è il colpo di grazia,Reggie ogni tanto riusciva a galvanizzare l ambiente col suo modo di fare,ora è tutto in mano ad uno che da un anno si presenta con un cappello da luigi in testa attorniato da teletubbies o con un casco di google map a fare la figura del fesso nei direct,poi certo,uscirà mario tenni,calcio,golf,olimpiadi,curling,corsa coi sacchi e li mortacci loro,ma la gente,o meglio,i videogiocatori se ne fottono,se vogliono portare avanti una consolo con la sola roba fatta in casa,io credo che lo zoccolo duro nintendo dopo l inculata wii sia diminuito a idsmisura,i casual non se la stanno filando,pokemon non è più un traimno come anni fa....chiamate il becchino insomma...
    Mi spiace da morire,ma una compagnia in ambito elettronico,ed elettronico di consumo,perchè questo è,non può avere una mentalità retrograda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già Iwata e Myiamoto per me andrebbero pensionati quanto prima, il primo non investe abbastanza e vuole portare avanti solo pregetti a minimo rischio, il secondo ormai si stupisce solo che la gente non capisca le sue ideone invece che chiedersi perchè lui non ne imbrocchi una da un po' di anni. PEr carità Myia sempre grato per le tua idee geniali ma ormai hai dato, grazie ed avanti il prossimo!

      Elimina