giovedì, giugno 20, 2013
4

Parliamo del grande assente dell'E3 di Nintendo, colui che tutti aspettavano e l'unico, o quasi, a non essersi fatto vivo… sua maestà The Legend of Zelda. Ovviamente parliamo del nuovo capitolo in sviluppo per Wii U, e a dire il vero non siamo esattamente noi a parlarne, noi siamo qui a riportarvi le parole del CEO di Nintendo Satoru Iwata in merito al titolo. Generalmente la compagnia di Kyoto non si sbilancia molto, e mai ocn troppo anticipo, su titoli di questo calibro, ma evidente la penuria di titoli attuale e la conseguente fame dei possibili acquirenti hanno spinto Iwata a rilasciare qualche indiscrezione sul nuovo Zelda, abbastanza da accendere la fiamma. Queste le sue parole in merito alle scelte artistico-grafiche che accompagneranno le nuove avventure di Link e co.

“Vogliamo che quest’episodio di Zelda sia unico - ha dichiarato Eiji Aonuma a Nintendo Life - sia nella grafica che nel gameplay. Deve essere qualcosa che i videogiocatori non hanno mai visto da nessuna parte. Non vogliamo che sia troppo realistico, c’è già tanta roba creata in quel modo. Allo stesso modo, non dovrà avere uno stile eccessivamente cartoonesco, abbiamo già lavorato in quel modo in passato (Wind Waker). Sarà qualcosa di totalmente nuovo”

Eiji Aonuma, a capo del progetto ha inoltre dichiarato che il gioco doveva essere presente all'E3 tramite un trailer, ma Nintendo ha preferito non distogliere, per il momento, l'attenzione dal rifacimento di The Wind Waker per Wii U ed il nuovo capitolo per 3Ds, A Link Between Worlds. Al Game Designer è stato inoltre chiesto se il nuovo Zelda si ispirerà ad altri titoli e lui ha risposto che Skyrim è stato di certo una fonte di ispirazione, rinnovando il sitema di gioco ed attualizzando un pò il titolo stesso.

4 Commenti:

  1. "qualcosa di completamente diverso" ...mi ricorda i grandissimi Monty Python!
    http://www.youtube.com/watch?v=E5W7INtvjHU

    RispondiElimina
  2. ....quindi andando per deduzione logica, Nintendo voleva farci capire che i nemici ci attaccheranno usando della frutta fresca. 8-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E invece del punto "Skyrim come fonte di ispirazione" cosa ne pensi? Tu che se non erro lo hai giocato

      Elimina
    2. ne penso molto bene, perchè Skyrim offre quel senso di "esplorazione misteriosa" che Zelda ha un po' perduto e che nelle edizioni passate era uno dei punti di forza.
      La possibilità di girare liberamente una mappa e scoprire da soli quali potenziamenti sono necessari per affrontare la sfida di turno, trovare location nascoste (es. in Skyrim ci sono tantissime grotte che portano ad esplorarle giusto per sapere che c'è dentro, anche se con la trama potrebbero non centrare una fava) secondo me deve essere il pilastro delle avventure. Senza libera esplorazione, ci si ritrova con un gioco "enigmistico" ma troppo pilotato e quindi prevedibile.

      Elimina