sabato, agosto 10, 2013
1

Terza parte dello speciale dedicato a Resident Evil. Siamo nel 1999 ad un anno di distanza dalla realizzazione del secondo episodio la saga di Resident Evil è all'apice del successo, mentre nascono i primi parchi tematici in Giappone, il solo merchandising è in grado di far guadagnare milioni di dollari. Questo episodio sancisce la chiusura della "trilogia" del vero Resident Evil in maniera più che degna!

RESIDENT EVIL 3 - NEMESIS

La cover della versione da me giocata nel 1999 con il sorridente Nemesis
 in primo piano

Ricordi di un vecchio nerd...
Come gli altri fans della serie aspettavo con trepidazione il nuovo capitolo della saga di RE, addirittura poco prima dell'uscita in Italia del gioco avevo avuto in regalo una demo giocabile dal negozio dove mi rifornivo, costretto poi a chiudere anni dopo stritolato, come altri, dalle grandi catene di distribuzione dei videogames, le aspettative dopo aver giocato la demo erano altissime. Col "senno di poi" in realtà posso affermare che si tratta di un ottimo gioco ma che non raggiunge i livelli di eccellenza di RE2.  

 I bellissimi sfondi pre-renderizzati dell'evocativa Raccoon City,
 i suoi abitanti zombizzati e Jill in minigonna...

Bioazard 1.9
Conosciuto in Giappone con il nome Biohazard Last Escape (l'ultima fuga poichè Raccoon City viene distrutta) in realtà venne pensato inizialmente come side story della serie principale con il nome in codice di Biohazard 1.9. Successivamente Mikami visto il lavoro realizzato si convinse, anche se con riluttanza, a trasformarlo nel terzo capitolo ufficiale della saga.

 In questo episodio compiaono per la prima volta i famigerati barili esplosivi
utilizzati nei videogames come stratagemma per eliminare gruppi di nemici 
con poche munizioni

Sinossi e struttura di gioco: 
La storia di Resident Evil 3 si svolge in parallelo alle vicende del secondo episodio. Per esattezza inizia un giorno prima e si conclude un giorno dopo ai fatti di RE2. Nel terzo episodio l'unico personaggio giocabile, fatta eccezione in alcuni frangenti, è Jill Valentine. Jill si risveglia nel suo appartamento e si accorge che Raccoon City è in balia degli Zombie per l'epidemia che si è scatenata sulla città.
Durante il percorso verso gli uffici della S.T.A.R.S. nella stazione di Polizia si scontra e viene inseguita da Nemesis, un Tyrant creato dall'Umbrella Corporation per uccidere tutti gli agenti della S.T.A.R.S.; successivamente entra in contatto con Carlos Oliveira, l'altro personaggio giocabile ma solo in alcuni momenti di gioco, mercenario dell'UBCS (Umbrella Biohazard Countermeasure Service) mandato dall'Umbrella per distruggere le prove del proprio coinvolgimento relativo all'epidemia. 
Jill incontrerà anche altri due mercenari della UBCS ovvero Nicolai Zinoviev e Mikhail Victor con i quali coopererà insieme a Carlos per sfuggire a Nemesis e all'imminente distruzione di Raccoon City per mezzo di un missile nucleare inviato dal governo statunitense per porre fine all'epidemia scoppiata in ciità.

 I personaggi principali di RE3, a destra c'è anche Brad Vikers eliminato 
dopo pochi minuti di gioco da Nemesis

In RE3 Mikami sperimenta e propone al giocatore un nuovo tipo di paura, quella di essere costantemente braccati dal mostro non sentendosi al sicuro in alcun luogo. In realtà già nel secondo episodio era presente un Tyrant che aveva il compito di uccidere Leon e/o Claire ovvero Mr. X.


Il Tyrant "Mr. X" di Resident Evil 2

Il risultato di questa ossessiva paura di essere braccati è sicuramente raggiunto da Mikami, anche se a lungo andare la ripetitività di questi "intermezzi" fa calare la tensione.
La novità principale è che si può scegliere in diversi punti del gioco con un "sistema di scelte rapide" (riproposto in maniera simile anche in Dino Crisis) se affrontare Nemesis o scappare, cosa che influisce poco o nulla sull'evolversi della storia ma che alla fine del gioco regala ricompense a seconda del risultato dello scontro.   

 Nemesis con lo sfortunato Brad Vikers

Il gameplay, è simile ai due precedenti episodi (vedi i due articoli dello speciale), le novità principali oltre al sistema di "scelte rapide"  consistono nell'introduzione di nuove mosse del personaggio, per sopperire alla presenza di numerosi nemici, come la schivata e la rotazione di 180° con semplici combinazioni di tasti variabili a seconda della versione del gioco.

Chiappe-tette & RE (parte terza), Jill prende
sempre il lavoro "di petto"...
 
Purtroppo non vi è presenza di armi modificabili, le uniche armi speciali si hanno come ricompensa a seconda del risultato ottenuto alla fine del gioco e consistono in: una mitragliatruce Gatlin gun, un fucile d'assalto M4A1 e un lanciarazzi M66. Vista la presenza di Nemesis e di altri mostri coriacei viene introdotto un sistema di combinazione di vari tipi di polvere da sparo, i barattoli di polvere da sparo che si trovano sparsi nel gioco, tipo A, B e C con i quali creare munizioni di ogni genere dalla Magnum, alle granate esplosive o proiettili per il fucile e la pistola.
 

Carlos in una situazione intricata nella quale sono presenti anche i nuovi 
nemici i Brain Sucker e Drain Demos

Modalità Mercenari
Questa ghiotta modalità di gioco si può ottenere terminata l'avventura principale con qualsiasi valutazione finale.  Potrete giocare nei panni dei mercenari dell'U.B.C.S. Carlos Oliveira, Mikhail Victor e Nicholai Ginovaef e nel tempo limite di due minuti dovrete, partendo dal tram, raggiungere l'ufficio del magazzino. Tempo aggiuntivo, bonus e denaro vengono guadagnati uccidendo mostri, schivandoli come anche liberando alcuni ostaggi oppure scoprendo punti bonus nascosti nel gioco. Questa modalità, tra quelle riproposte successivamente è la migliore perchè lo scopo del mini-gioco non sussiste solo nel sopravvivere in un determinato lasso di tempo ma anche quello di raggiungere un punto di salvataggio prefissato.
La modalità di gioco "The Mercenaries - Operation Mad Jackal"


 Armi biologiche ed altre schifezze varie
In questo episodio come BOW (Bio Organic Weapon), mentre gli Zombie presenti in gran numero risultano meno definiti a livello grafico, spiccano i Brain Sucker e i Drain Demos anche se il vero protagonista assoluto è Nemesis la BOW per eccellenza! Dotato di forza sovraumana, più intelligente degli altri Tyrant, è armato di un lanciarazzi e tramite dei tentacoli presenti nel braccio destro può inoculare il Virus T ai nemici. Se ferito gravemente è capace di mutare in una creatura ancora più forte.

Il vero protagonista del gioco: il Tyrant Nemesis

Conclusioni
Con Resident Evil 3  la serie ufficiale composta dai primi tre episodi si congeda in maniera più che degna dandoci la possibilità di percorrere e scoprire nuove location di Raccoon City, prima della sua definitiva distruzione, il gioco si attesta su ottimi livelli e presenta delle innovazioni interessanti anche se non supera il secondo capitolo.  
  
Resident Evil Voto: 9/10 - La degna conclusione della "trilogia"!
Resident Evil 3 Nemesis - Biohazard 3 Last Escape - Sviluppo: CAPCOM - Pubblicazione: Virgin Interactive - 1999.
Piattaforme: Playstation, PC, Dreamcast, Gamecube.
Il trailer

I primi momenti di gioco

Ci vediamo al prossimo articolo dello speciale dedicato a RE con Resident Evil Code Veronica.

Zio Albert Aka AlbertW
 



 

1 Commenti:

  1. Ah Resident Evil 3: ricordo che era uscito quasi in sordina, annunciato poco prima del suo lancio.
    Effettivamente non è che avesse introdotto chissà quali novità, ma confermo che la continua paura di incontrare quel maledetto Nemesis e sentire il suo "Stars" ti dava una sensazione unica.

    RispondiElimina