domenica, settembre 22, 2013
7

Ci sono giorni in cui fuori piove,in cui ci sentiamo più propensi al dialogo,al condividere con il prossimo,ci sono giorni in cui prendi a pigiare sui tasti del pc in modo convulso e confusionario,in quei giorni in cui scrivi a cuore aperto sei disposto a dare una parte di te (ed ora i soliti 2-3 elementi staranno già ridendo),una parte intima,una parte che tieni di solito "nascosta".
Ogniuno di noi videogiocatori,a prescindere da quale siano i generi ed i marchi a cui siamo legati è Nerd inside.
Mai avuto paura di essere etichettato,mai avuto problemi ad ammetterlo però....però sono sempre stato un nerd di un certo tipo,non di quelli puccettosi,lollosi,e tutte le parole che finiscono in osi,tipo anche lesmaniosi.
Sono stato sempre,rare eccezioni a parte un nerd cattivo sanguinolento ed amante del brivido e della violenza.
E bene arriviamo al punto....sono cambiato!
Mettiamo subito le cose in chiaro,non amo i giochi lollosi,non amo le sdolcinerie senza motivo ed anche quelle con motivo,odio i super Mario troppo facili che non mi fanno bestemmiare ed odio i coccolosi e dolci sfavilotti,Rosalinda e le astroschegge,odio il buonismo ed i paesaggi pastellosi e colorati....però non ho resistito,ed ora sono un crosser!
Se bene non sia un novizio della serie,già giocai con buona costanza let's go to the city per Wii (fin quando rottasi la lente perdetti la possibilità di giocare e tutta la mia preziosa roba)  e mi ripromisi che MAI avrei rifatto l errore di lasciarmi prendere da un gioco del genere,quel mai era accompagnato da concetti del tipo dovrebbero apportare questa miglioria,dovrebbero eliminare quel difetto,dovrebbero aggiungere qualcosa e rendere più dinamico il tutto.
E bene,senza entrare nel merito,non sto recensendo il titolo,in buona parte Nintendo ha accontentato i miei desideri,e leggendo un pò in giro,vedendo la lista di amici online sul 3ds sembrerebbe non solo i miei.
Strano ammetterlo ma un gioco con pupazzi animaleschi,in cui dando colpi di ascia ai villeggianti non solo non ottieni fiumi e schizzi sangue ma vieni ricambiato con un sorriso....è riuscito a calamitarmi,già...nonostante i versi gutturalidegli animaletti che tanto odio.
Animal crossing c è riuscito nonostante in mille occasioni sia snervante,assurdo e ti faccia venir voglia di lanciare la console,anche solo quando un tipo ci chiama per sapere se può usare un soprannome che 90 su 100 fa pure cagare...di brutto,o quando per l ennesima volta vuole cambiare il saluto personale!
Sbabbari,chi è lo re?
E quindi che senso ha questo pezzo?Nessuno(come anche tutti gli altri miei del resto)è una sorta di voler fare outing,in realtà il pezzo è vecchio di un paio di mesi,restato li a marcire tra le bozze causa rottura del pc redazionale(aspetto il nuovo speditomi da Momo ) fin quando,complice un sabato a casa di fine settembre,eccomi qui a pigiare di nuovo sui tasti della tastiera di un minuscolo netbook a rendermi conto che le mie impressioni a caldo sul gioco sono in realtà ancora attualissime.
Certo qualcosa è cambiato,ho assimilato le novità,ho scoperto le magagne e le pecche del titolo(non sapete quanto ho bestemmiato dopo aver scoperto che non avrei potuto mettere i lampioni in tutto il villaggio e creare meravigliosi viali illuminati causa limite delle oper pubbliche.....PERCHE' ? Il 3DS non ce la fa a gestire i miei fottuti lampioni?..) ....ma la cosa bella è che sono consapevole di aver ancora tanto da fare,più di quello che vorrei,e più tempo mi dedico alla mia città più me ne servirebbe....
Contrariamente a quello che l età comporta,meno tempo e voglia di aver risultati subito Animal Crossing ti costringe ad un impegno se pur semplice,costante nel tempo.
Merito di Nintendo se ho deposto le armi,se ho smesso di riempire di piombo le persone che mi si parano davanti per piantare invece fiori sperando di ricavarne ibridi che rendano la mia città ancora più bella,merito di Nintendo se vado in giro a comprare mobili,cambiargli colore e passare decine di minuti a collocarli quando nella vita reale,anche solo l ipotesi di un pomeriggio all Ikea basta ed avanza a farmi diventare simpatico ed accomodante come Hitler in un giorno in cui gli rode il culo ...


Animal crossing comunque è tutt altro che una vita virtuale,è palesemente un "esperienza" diversa,non ambisce ad essere un simulatore o un gestionale,impersoniamo i panni di un sindaco per caso,ma oltre a scegliere come spendere i nostri soldi in definitiva non siamo chiamati a fare ed è forse questo l elemento vincente del gioco,l enorme mole di contenuti e personalizzazioni,la possibilità di crearsi un proprio modo di giocare e va bene l impegno,ma il clima leggero e distensivo.



Le cose da fare rispetto al passato sono veramente tante ma la via della perfezione è ancora molto lontana.
E se il prossimo capitolo fosse perfetto ? Voglio dire se già ora è difficile salvare ed uscire...cosa potrebbe accadere in futuro?
Voi crosser del blog che vi nascondete dietro ai vostri gioconi tutti sesso parolacce e violenza....come siete messi a rape nell orto?
Come sono le vostre città? Cercate la perfezione o vi limitate all essenziale?
Per chi volesse scambiare i codici del gioco,fare richieste e confrontarsi vi rimando all apposita sezione nel FORUM



                                                PierNano,sindaco di Nanoland (VcVaV)

7 Commenti:

  1. Bell'articolo nano, anche per me il punto vincente di animal crossing è quel lasciare al giocatore la libertà di trovarsi uno "stile di gioco". Io ovviamente cerco di rendere quanto più perfetta possibile la città, studiando dove posizionare cespugli e lampioni (mannaggia a quello stupido limite sul numero di opere pubbliche), mentre gozzoviglio lungo le stradine che ho pavimentato. La casa per ora è work in progress.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vogliamo parlare del fatto che i cespugli devono stare ad uno spazio dalle oper pubbliche...
      cmq sono più i soldi che ho speso per demolire che quelli usati per costruire....cambio sempre idea come i cornuti :)

      Elimina
    2. La storia dello spazio libero attorno alle opere pubbliche è tediosa, quando vuoi mettere due lampioni vicini devono esserci almeno 2 spazi a separarli. A me rode il culo quando devo tirar via qualcosa, e spendere altri soldi, perchè ho raggiunto il tetto massimo di opere.

      Elimina
  2. Gran bel pezzo Nano, complimenti!
    All'inizio il gioco mi ha preso molto, ora decisamente meno (rispetto alla Moma io non avevo mai giocato i capitoli precedenti). Ma non posso definirlo un cattivo acquisto, dal momento che mia moglie ha superato le 250 ore di gioco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che al solito abbiano complicato le cose,se fosse possibile scambiare oggetti con gli amici in lista ed avere una sorta di chat anche testuale,stile post box all interno del gioco,sarebbe più intrigante e stimolante magari cercare di completare delle serie,scambiare roba aiutare un amico a prendere un insetto (per dire una banalità) scambiare pattern e via discorrendo
      invece si deve andare nella città dell amico,aggiungerlo ad una cazzo di lista e solo dopo si può mandare una lettera che arriverà il giorno dopo....
      insomma manca qualcosa che lo renda meno monotononel lungo termine....

      CMQ CHI ANCORA NON HA SCAMBIATO I CODICI VADA NEL FORUM A FARLO ;)

      per la seconda risposta al post....potrei fare della facilissima ironia ...ma evito ... ;)

      Elimina
    2. Come sei diventato suscettibile! 8-)

      Elimina
  3. Ma quando dici "Crosser", intendi dire che sei diventata una Crossdresser?? :-d

    RispondiElimina