sabato, ottobre 12, 2013
2

Approfitto del fatto di dovervi comunicare la data di rilascio ufficiale ed il prezzo di Rabbids Big Bang (titolo in vendita  su iTunes, su Google Play e su Amazon dal 17 Novembre a 81 centesimi), per affrontare un argomento molto molto delicato. No vabbè, non diciamo cagate, in realtà sono qui, di sabato, a quest'ora del mattino, senza nulla da fare, e nel leggere la news sul nuovo titolo dedicato ai conigli mi è sorto un pensiero che vi vado ad esporre.
I Rabbids, coniglietti buffi e malvagi, fanno la loro comparsa nel mondo videoludico, se non erro, nel 2006 con Rayman Raving Rabbids. Vengono acclamati dal pubblico, per la loro simpatia principalmente, al punto che nel giro di qualche anno, dopo il seguito del gioco d'esordio, arrivano ad avere una moltitudine di titoli propri (tra platform ben riusciti come Rabbids Go Home e party game fatti col culo per gonfiare il portafogli). Tutto questo riuscendo addirittura a scalzare, o quasi, il vero protagonista della saga: Rayman, che in questo lasso di tempo di ritrova apparire in una manciata di titoli neanche troppo acclamati e ben riusciti.
In questo caso possiamo decisamente affermare che Ubisoft abbia messo da parte la sua mascotte per anni per dare più visibilità ai piccoli comprimari, più amati dal pubblico e per tanto più vendibili. Idee fresche che vanno sempre bene, per carità, ma che alla lunga stufano. Tant'è vero che, alla lunga, il pesce ha iniziato a puzzare. Proprio l'uscita di questo nuovo titolo mi ha scoperto (io che sono stato un fan dei coniglietti stronzi)  decisamente stufo di vederli. Ormai trovo che i Rabbids abbiano un pò subito l'effetto Simona Ventura (invecchiata, piena di se e quindi odiosa, presente ovunque e con poco da dire) al punto che quasi quasi mi nauseano. 
Evidentemente però il pensiero non è solo mio, perchè in questi ultimi 2 anni buon vecchio Rayman è tornato a farsi notare (e quasi quasi alla ribalta) con 2 titoli tutti suoi di ottimo livello come non lo erano da tempo. Con gran successo di pubblico, per altro.

A questo punto mi chiedo, esistono altre case che anno messo in disparte la propria mascotte per dare spazio a comprimari della stessa serie? Non parlo di casi come quello della Nintendo Family, dove praticamente anche i gusci rossi hanno un proprio titolo ma Mario continua ad essere la star indiscussa, ma di casi simili a quello di Rayman che è quasi stato oscurato e sembrava dovesse venire del tutto abbandonato. Ne ricordate? Ma soprattutto, siete in grado di scindere le questioni di cuore da quelle economiche apprezzando le mosse di Ubisoft o non trovate giusto che il protagonista sia stato mandato in vacanza forzata per qualche anno? Mi piacerebbe sapere la vostra, perchè un domani potrebbe capitare al vostro beniamino...

Chiudo semplicemente dicendo che nello scrivere ho ovviamente pensato anche alla situazione attuale di Sonic e Crash Bandicoot, ma i loro sono casi diversi. Il primo, dopo il fallimento di Sega, a continuato ad essere mascotte della casa nipponica e ad avere (con prepotenti alti e bassi) i suoi titoli da protagonista. Il secondo, non solo cambiando mille mila software house si è dimostrato una zoccola e non una mascotte, ma soprattutto dopo aver lasciato Naughty Dog ha perso totalmente smalto, diventando un titoletto da 4 soldi. Entrambi i casi non c'entrano comunque nulla con quello sopra citato.  




2 Commenti:

  1. Uno dei pochi casi che mi vengono in mente di comprimari che abbiano rubato un po' di scena alle mascotte principali è quello di Donald Duck- Paperino ai danni di Mickey-Topolino...
    Per il resto direi che ti quoto, i Rabbids erano partiti benissimo, purtroppo Ubisoft ha la tendenza a sfruttare eccessivamente i propri prodotti di successo, vedi Assassin's Creed, rendendoli praticamente inflazionati e scontati.
    Penso che un periodo di pausa prima del prossimo gioco con i Rabbids, magari un buon platform che non punti solo sulla demenzialità dei personaggi, potrebbe farli ritrovare la simpatia dei primi tempi. Ah sulla Ventura sono totalmente d' accordo, ma per lei ormai non c'è più niente da fare è la versione femminile di Pippo Baudo...

    RispondiElimina
  2. Anche Spyro... negli ultimi giochi di skylanders è un personaggio come gli altri! Dovrebbero fare un titolo con solo lui come protagonista di genere avventura, platform !!! u.u
    Comunque io faccio parte del TEAM RAYMAN ! Buuuu i coniglietti !!!

    RispondiElimina