mercoledì, ottobre 30, 2013
8


Sesta  Generazione,  718 Pokémon (per ora),  nuove abilità, nuove mosse, nuova regione ed una valanga di divertimento.

Usciti il 12 Ottobre, Pokémon X/Y hanno registrato da subito delle ottime vendite, vuoi perchè si tratta dei pokémon, vuoi perchè c'è una fanbase fedele che segue la serie fin dagli albori.
Il vostro recensore è uno di quelli che iniziò con la prima generazione ed ha seguito con costanza la serie fino ad oggi.  Di solito il rischio che corre una serie che va avanti da così tanti anni è quello di diventare monotona, di sapere di già fatto/visto e finire con l'annoiare. Ma non è questo il caso e non è questo il giorno.
Pokémon X e Y sono un acquisto consigliatissimo sia ai più giovani che non hanno mai giocato alla serie che ai più "vecchi" che hanno giocato ad ogni titolo o quasi. Per i primi sarà un'esperienza nuova e indimenticabile come lo furono rosso/blu ai loro tempi. Per i secondi sarà un fantastico canovaccio di novità da snocciolare, di citazioni ai giochi precedenti da cogliere e di tanto, tanto divertimento perchè alla fine ogni nuovo gioco di questa serie è sempre un piacere da giocare.
Per quei pochi che non lo sapessero,  Pokémon è un gdr in cui si allenano le suddette creature per farle combattere contro quelle degli avversari, mentre si esplora in lungo ed in largo una regione nel tentativo di completare il pokèdex e diventare Campioni. Ma andiamo ad analizzare più a fondo cosa contengono questi giochi.




"La scienza è davvero strepitosa! Grazie ai sistemi di comunicazione, si può entrare in contatto con altri Allenatori di tutto il mondo e divertirsi con loro!"

Un tempo era incredibile già solo poter depositare i propri pokémon nel PC presente in ogni Centro, ma la tecnologia non si ferma e appena iniziamo la nostra avventura ci accorgiamo di una delle grandi novità introdotte: il PSS (Player Search System). Sempre attivo sul touch screen, grazie ad esso sarà molto più immediato e comodo accedere alle funzionalità online del gioco. La GTS (il sistema per scambiare pokèmon con chiunque nel mondo) è integrata in esso, quindi si potrà controllare sempre ed in ogni momento lo stato dei nostri scambi. Non solo, sempre dal PSS potremo lanciarci in battaglie contro i nostri amici, conoscenti o passanti. Si potranno anche far lotte contro persone che nemmeno conosciamo tramite l'Abbinamento a Caso. Altra novità è lo Scambio Prodigioso, che ci permette di scambiare a scatola chiusa un nostro pokémon con quello di qualcun altro. Cosa ci arriverà e da chi? Lo sapremo solo a scambio concluso. Un ottimo modo per riempire rapidamente il pokédex ed ottenere tanti ID Allenatore differenti. Per chi preferisce gli scambi tradizionali invece c'è sempre la comoda funzione "scambia", per contrattare scambi con gente di tutto il mondo o con il vicino di casa.
Il PSS ci permette anche di utilizzare una chat vocale per parlare con i nostri amici mentre scambiamo o lottiamo, o anche solo di chiaccherare senza far nulla in particolare. La scienza gente!
Ritorna poi il sincrogioco, che ci permette di inviare al sito del Global Link le foto che scatteremo nel gioco, i nostri traguardi raggiunti e via discorrendo (per farlo dovremo aver collegato il nostro account sul sito con il nostro gioco).
Abbiamo poi l'Holovox, tramite il quale potremo ricevere notizie su distribuzioni speciali tramite il sistema SpotPass del 3DS (attualmente è attiva la distribuzione online di un Torchic con assegnata una Blazikenite).
Infine il PSS ci permette di usare, man mano che li otterremo nell'avventura, i Poteri O, ovveri dei boost temporanei utilizzabili su di noi o sui nostri amici per ricevere sconti nei negozi, recuperare un po' di ps o catturare più facilmente i pokémon, per dirne alcuni.


"Io i miei Pokémon li riempio di coccole!" "Io e i miei Pokémon ci alleneremo duramente!"

Oltre al PSS, sul touch screen potremo accedere ad altre due novità introdotte in X/Y: Poké io&te ed il Super Allenamento Virtuale (SAV).
Il primo è una sorta di "Nintendogs+Pokémon". Potremo accudire un pokémon a nostra scelta, giocare a dei minigiochi e dargli da mangiare. Sicuramente pensato per il pubblico femminile ed i più piccoli, ma ha un'utilità anche per gli allenatori più "virili". I pokémon con i quali si instaura un'amicizia, infatti, saranno più propensi a dispensare brutti colpi, evitare attacchi e guarire da soli da problemi di stato durante la lotta.
Il SAV invece è l'opposto di Pokè io&te. Nel SAV i pokémon si allenano per incrementare le proprie statistiche menando sacchi da boxe e tirando palloni in rete contro robot che cercheranno di spalmare il vostro pokémon sotto dei palloni giganteschi. Il SAV permette di incrementare rapidamente gli EV del vostro pokémon e sarà sicuramente molto gradito ai giocatori che adorano il lato competitivo della serie.





"La Megaevoluzione è solo un'altra sorprendente capacità dei Pokémon. Ma anche senza megaevolversi, rimangono delle creature meravigliose!"

Una novità che ha fatto molto discutere ed è ancora al centro di tanti dibattiti online è la Megaevoluzione, attivabile attraverso le apposite megapietre. Grazie ad essa, un pokémon può evolversi durante la lotta e mantenere questa evoluzione fino alla fine dello scontro. Questo ulteriore passo avanti nella lotta per la sopravvivenza non solo muta l'aspetto del pokémon e le sue statistiche, ma a volte cambia perfino la sua abilità ed il suo tipo. Così MegaGengar ottiene l'abilità Pedinombra mentre MegaCharizard X diventa di tipo Fuoco/Drago (finalmente). Tuttavia questo comodo boost non è accessibile a tutti i Pokémon. Solo alcuni infatti possono megaevolvere, e per farlo bisogna essere in possesso di un Megacerchio, ottenibile durante il gioco, e dell'apposita Megapietra (Venusaurite, Blastoisite, CharizarditeX/Y e via dicendo).


"No es Fake. Es Hada!"

Prima dell'E3 2013 impazzavano sul web le più assurde teorie circa dei nuovi tipi che sarebbero stati introdotti in X/Y, tra tipi Luce, Suono, Amore, Fata ed altre amenità. Tutto questo scaturiva dal fatto che era stato svelato Sylveon, un'evoluzione di Eevee che nessuno sapeva bene a che tipo dovesse corrispondere. L'E3 ci diede la risposta: ecco il tipo Folletto.
No. Es. Fake.
Il tipo folletto si presenta come lo sconvolgimento del metagame, il tipo destinato a distruggere i sith ed i draghi.
Esso è superefficace contro il tipo drago, buio e lotta, è immune al tipo drago ma teme il tipo veleno e acciaio. In X/Y troveremo tanti pokémon di questo tipo, più altre vecchie conoscenze come Gardevoir, Jigglypuff ed Azumarril che lo hanno acquisito magicamente dal nulla. Inoltre anche il leggendario di Versione X, Xerneas, è di tipo Folletto.
Oltre all'introduzione di un nuovo tipo, X/Y modificano i rapporti tra i tipi esistenti, rimuovendo alcune resistenze del tipo acciaio, sistemando la precisione/potenza di tante mosse e modificando le statistiche di base di vecchi pokémon come Butterfree e Pidgeot, nel tentativo di ribilanciare le lotte online.


"I pantaloni a tubo fanno le gambe più slanciate."

Per la prima volta nella serie, è possibile personalizzare il proprio personaggio scegliendo il colore della pelle, degli occhi, dei capelli ed il taglio.
Inoltre sparse per Kalos, la bellissima regione ispirata alla Francia, troveremo diverse Boutique in cui comprare vestiti, tracolle, cappelli ed accessori.
Essere alla moda avrà la sua utilità, permettendoci l'accesso a certi locali altrimenti troppo chic per noi e di ricevere sconti da persone particolarmente altolocate. L'abito fa il monaco in questo gioco.
Avremo poi a disposizione, oltre alle scarpe da corsa e l'immancabile bicicletta, un paio di pattini attivabili muovendo il personaggio col pad scorrevole. All'inizio risultano macchinosi da utilizzare, ma imparati certi "trick" da altri pattinatori diventeranno molto comodi per sfrecciare lungo i pittoreschi percorsi di Kalos.





 "Un uomo che ha girato per 3000 anni alla ricerca di un Pokémon..."

Viaggiando per Kalos troveremo pokémon provenienti da tutte le generazioni precedenti, il che permetterà di comporre team molto variegati. Nonostante i nuovi pokémon introdotti in X/Y siano meno del solito quindi, troveremo comunque l'erba alta brulicante di vita, venendo perfino attaccati da orde di 5 pokémon insieme, al punto tale che il pokédex è diviso in tre sezioni: Kalos Centrale, Costiera e Montana.
Nella nostra avventura visiteremo dunque una regione molto vasta, con città in cui l'abusivismo edilizio è la norma e le case son costruite in riva al mare e città situate tra le montagne, in cui ci si gela il muco nel naso non appena si esce dalla porta del Pokémon Center.

Kalos è sicuramente una delle regioni più originali della serie e certamente non mancherà di stupire con i suoi paesaggi i giocatori. La nuova veste grafica è un piacere da vedere e non snatura quella sensazione di "questo è un gioco dei pokémon". Una tirata d'orecchi però va fatta circa l'effetto 3D. Non tutta Kalos supporta il 3D del 3DS.
Certo, il 3D è una funzionalità extra e la parziale mancanza non nuoce affatto al gioco, ma è scocciante notare il led del 3D spegnersi ed accendersi di continuo a seconda di dove ci si trova. A parte ciò, a Kalos c'è un sacco da vedere e da scoprire per tutti e la grande capitale, Luminopoli (ispirata a Parigi, la città della luce), esplorabile in groppa ai Gogoat, tramite taxi o semplicemente a piedi, ospita un sacco di edifici, ristoranti, negozi e bar da visitare e nei quali incontrare un sacco di personaggi che ci sfideranno o ci daranno consigli, indicazioni o regali.

Tuttavia la tranquillità di Kalos è minacciata dal classico Team di turno che cercherà di raggiungere i propri fini calpestando il prossimo (per poi venir fermato da un moccioso). Il Team Flare è uno dei team più strani della serie. Non cerca di arricchirsi o di conquistare il mondo, bensì mira a rendere il mondo un posto migliore.
Nonostante si presenti con un nobile scopo, durante il gioco si vedrà anche il rovescio della medaglia di questo obiettivo, e per questo ci troveremo ad affrontare gli scagnozzi del suddetto Team in lotte all'ultimo pokémon.
La trama nei primi giochi dei pokèmon non è mai stata molto sviluppata, seguendo semplicemente le vicende di un ragazzo che sogna di diventare campione di pokémon mentre sgomina il team rocket, ma da Rubino e Zaffiro in poi le cose si son fatte più intricate. X e Y sono una via di mezzo.
A parte il classico climax in cui si cattura il pokémon leggendario della versione da voi scelta, vivrete un'avventura ad ampio respiro, cercando di scoprire il mistero della megaevoluzione, catturando pokémon e conquistando medaglie. Può essere un bene o un male a seconda dei gusti di ognuno. Ci sono ancora  personaggi in grado di conquistare la simpatia dei giocatori (o l'antipatia), c'è ancora una storia ed i suoi retroscena da scoprire, ma non vi troverete più di continuo in situazioni a volte scoccianti durante le quali dovrete percorrere lunghe grotte/edifici/qualcosa mentre sgominate orde di Reclute per scoprire qualcosa di quello che sta accadendo. Il team Flare è meno appiccicoso dei suoi predecessori e si muove più silenziosamente.


Del resto X e Y hanno alla base proprio il concetto di portatilità. I salvataggi sono velocissimi e non capita mai di trovarsi costretti a lunghe sessioni di gioco per esplorare fino in fondo qualcosa. Questo potrebbe non piacere a chi adorava perdersi in posti come Grotta Scura o Monte Scodella, ma è sicuramente una benedizione per gli altri ed un grosso risparmio di Repellenti. Il gioco poi presenta una novità circa il condivisore esperienza: se attivato permette a tutti i pokémon della squadra di guadagnare punti esperienza anche se non hanno preso parte alla lotta, riducendo quindi le sessioni di grinding per livellare i pokémon in modo da avere una squadra bilanciata. In ogni caso è sempre possibile disattivarlo e giocare in modo tradizionale.


"Ho scritto una canzone che si chiama 'Chi ha orecchie per intendere'."

Il sonoro è sempre stato importante per me in un gioco, crea atmosfera, aggiunge ritmo al gioco e rende l'esperienza più completa. Nel caso di X/Y quelli di Gamefreak hanno fatto centro. La colonna sonora di questi giochi è ottima, ricca di temi adatti ad ogni circostanza. Per ogni città c'è la giusta musica di sottofondo ad accompagnarci, ogni percorso ha una melodia che si sposa perfettamente con il paesaggio e anche i personaggi hanno temi musicali che calzano a pennello.
Per questi nuovi titoli poi sono stati sistemati i versi dei vecchi pokémon,  portandoli al passo coi tempi pur cercando di restar fedeli agli originali.
Com'è poi tipico di Gamefreak troveremo nel gioco un paio di musiche che riporteranno alla mente qualche ricordo ai vecchi giocatori.


"Eccoti nella Sala D'Onore!"

E una volta finito il gioco? Beh, questo è ancora tutto da vedersi. Viste le possibilità offerte dal 3DS, è possibile che Gamefreak rilasci nuovi pokémon, megapietre, strumenti (in Giappone è prevista la distribuzione di un nuovo strumento assegnabile che arriverà anche da noi) e luoghi da visitare.
Per ora è possibile recuperare tutte le cose lasciate indietro, cercare di riempire il pokédex, trovare nuove megapietre, esplorare alcune grotte e dedicarsi alla caccia di certi Pokémon leggendari. Insomma, la solita routine del post-game dei pokémon.
Più concretamente poi, è possibile visitare il parco lotta della situazione, la Villa Lotta, per mettersi alla prova contro l'IA o svagarsi nel Safari Amici. Quest'ultimo è un'aggiunta stupenda per chi mira ad avere un team perfetto. Più amici si hanno sul 3DS più pokémon potremo trovare nel safari, soprattutto se anche i nostri amici giocano ad X/Y. Per ogni amico che abbiamo potremo trovare 2 o 3 pokémon di un certo tipo (acciaio, lotta, fuoco...) e la cosa migliore è che questi presentano sempre IV 31 in due statistiche e a volte pure delle abilità segrete un tempo ottenibili solo attraverso il Dream World.



"C'è un luogo e un tempo per ogni cosa."

"Ed è ora."

Con questo siamo arrivati al classico momento in cui si devon tirare le somme. Dopo aver esposto il gioco con le sue novità, pregi e difetti, permettendo a voi lettori di farvi un'idea, vi espongo il mio giudizio.
Pokémon Versione X e Versione Y sono giochi da 9. Un nove pieno e meritato, anche se certe fasi del gioco son state realizzate indubbiamente di fretta, tra cui il già menzionato 3D ogni tanto si e ogni tanto no.
Inoltre non riuscire a dar subito ai giocatori qualche posto extra da esplorare per trovare qualcosa di nuovo nel post-game può esser deludente per gli amanti dell'esplorazione. Il gioco è ben realizzato ma non arriva a soddisfare quindi ogni speranza. Tuttavia questo 9 è il mio voto asettico, molto stretto e indirizzato a qualunque giocatore, soprattutto quelli che non sono appassionati del franchise.

Per i fan  invece il giudizio è da leggersi come un 10. Davvero vi frega qualcosa di qualche grotta che esplorerete una volta sola nella vita o che ci sia sempre l'effetto 3D che tanto non usate mai? Compratelo e passateci sopra ore ed ore di puro divertimento. Con questo torno ad allenare il mio Aegislash, e chissà che un giorno non vi arrivi un mio Pokémon tramite lo Scambio Prodigioso!

8 Commenti:

  1. Bravo Kerbs, gran bella recensione. L'ho letta tutta e devo essere onesto, di quelle che ho letto è quella che più mi ha invogliato all'acquisto! Dovresti scrivere su un sito prezzolato! :-)
    Traspare tutta la tua passione per la serie, invito quelli che non vanno oltre le 2 righe a leggerla, scorre che è un piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Momo! :) Temevo di esser prolisso ma vista la mole di contenuti di questi giochi non potevo esser più sintetico di così. Sono contento che ti sia piaciuta la recensione (o)

      Elimina
  2. odio i pokemon,non ho un cuore e non sono mai stato bambino....
    volevo solo fare i complimenti a kerbs per il debutto,e che debutto....
    non l ho letta (ho sbirciato qualche passaggio) ma recupererò di certo :) e magari in quell occasione lascerò un commento degno di questo nome,ora volevo solo fare i complimenti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che l'hai già detto tu, volevo dirtelo io che non sei mai stato bambino (e non sai goderti le cose belle) :p
      Attendo il tuo parere!

      Elimina
  3. Complimenti per la recensione.
    Il gioco mi è durato solo 2 giorni (storia + lega pokemon).
    La storia secondo il mio punto di vista è un po' così e così, si poteva fare di più.
    Ora mi rimane di completare il pokedex e girovagare qua e là.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La durata della storia principale è sempre breve nei pokémon purtroppo (per questo cerco sempre di procedere con calma), ma per fortuna sono giochi molto longevi grazie al lato competitivo/collezionistico tipico della serie. Per me la trama migliore è quella di Bianco/Nero, ma di questa mi son piaciute molto le tematiche affrontate, tra sovrappopolamento e ricerca di un "mondo ideale".

      Elimina
  4. come promesso il commento serio ora,letta la rece come facile aspettarsi per un non praticante e fedele dei Pokemon molte cose mi sfuggono.
    La rece è ben fatta,ma nonostante lo sforzo non sono riuscito ad appassionarmi,il lato positivo è che l ho letta comunque con piacere,come tutti i tuoi monologhi sconclusionati su WW daltronde :)

    2 considerazioni extra game che comunque hanno a che fare col gioco.

    primo punto,a quanto pare Nintendo qui ha fatto un gran lavoro per quanto concerne la multimedialità ed i servizi online,in netta contrapposizione alla bandiera bianc sul Post Box


    secondo punto,il 3d che passa a 2d e poi torna 2d,insomma il 2ds è un autogoal ma può avere una spiegazione nel contenimento dei costi,certo che però il 3d è senza dubbia l arma in + della console,ed un titolo di punta NintendoNON COMPLETAMENTE IN 3D mi fa pensafe a gioco uscito così perchè non c era tempo,non c erano risorse,non c era voglia....

    poi mi pare di capire che si parli di un titolo eccellente,la cosa mi suona cmq strana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, per l'effetto 3D può essere un po' il fatto che forse stavan stretti col tempo, e quindi meglio tagliar quello piuttosto che cose più importanti. Al contempo pare che mettere il 3D ovunque avrebbe provocato cali di framerate e altre fregnacciate, o così han detto, e quindi niente.

      Sui servizi han fatto dei grossi passi avanti, mi chiedo quanto dureranno a questo punto :-)

      p.s. I miei monologhi su wind waker erano Inni alla poesia contenuta in quel gioco (anch'esso realizzato di fretta e con addirittura dungeon rimossi ;-( )

      Elimina