martedì, ottobre 01, 2013
2

Steam Machines sì, Steam Machines no? Questo è il dilemma!

 
Ebbene sì, sono decisamente ingolosito dal progetto di Valve! Tuttavia ci sono ancora molti punti oscuri intorno all' annuncio di Valve, talmente tanti che che ho deciso di proporvi una breve raccolta dei classici "pro e contro", ispirati dalla mia mirabile mente e da un articolo pubblicato sul sito del "TIME" (vedi fondo pagina) !

Fatemi sapere se dopo la lettura, vi sarete aggiunti alla schiera degli entusiasti come me oppure le vostre perplessità saranno aumentate!

Le "Steam Machines" saranno (probabilmente) upgradabili
Valve non ha specificato quali saranno le specifiche tecniche delle Steam Machines, ed è probabile che questo sia dovuto alla possibilità di upgradare CPU, GPU, memorie di massa, memoria generica e collegare ogni genere di periferiche come tastiere e mouse, webcam, sensori per motion capture, tablets, smartphones, altre interfacce ancora non presentate. Wii U, Xbox One e PlayStation 4 sono macchine destinate a rimanere nella loro configurazione di base (salvo magari aumentare la capienza dell' hard disk) e destinate quindi nel giro di vari mesi, a diventare tecnologicamente arretrate. Non dimentichiamo inoltre che l' architettura di base di Steam OS è una delle più flessibili disponibili sul mercato mondiale (Linux) .

questo pezzo qui...devi metterlo lì!

Steam è una delle più grandi comunità di videogiocatori del mondo
Steam ha al suo attivo oltre 50 milioni di utenti. E' subito evidente che entrare in una simile community pre-esistente garantisce una grande partecipazione e condivisione, considerando che parliamo una struttura solida nel tempo, non di una nuova comunità virtuale creata recentemente e dal futuro incerto, come ad esempio Nintendo’s Miiverse (sarà supportato anche sulle prossime console, o al termine di questa generazione scomparirà?).


Steam è gratis
L' sicrizione a Xbox Live costa circa € 60 all' anno. PlayStation Plus  — caldamente consigliata con PS4  — richiede almeno € 50 annualmente. Certo, stiamo parlando di servizi che vengono pagati per essere usufruiti e non di spese che non comportano valore aggiunto, ma su di una cosa non c'è nulla da discutere: Steam non costa nulla.

Anche il sistema operativo SteamOS  è al 100% gratuito.
Con SteamOS,  ci si aspetta che Valve prosuegua con quelle che sono già caratteristiche di Steam come chat vocale multiplayer, achievements ed introduca le caratteristiche multimediali delle nuove console: musica, TV e registrazione di film, supporto per “molti servizi multimediali che già conosci ed apprezzi", cloud storage e giochi cross-platform, e la speranza di assistere a nuove features.
Un altro punto a favore, apparentemente meno importante, è che gli sviluppatori continueranno a programmare sullo stesso sistema operativo nel corso del tempo: in questo modo non accadrà più che i titoli migliori della generazione arriveranno a fine ciclo commerciale della console, ma continueranno ad evolversi su sistemi che a loro volta amplieranno le proprie capacità, così come per i PC.




Condividere Steam con amici e familiari
Caratterstica annunciata pochi giorni fa, Steam permette ad un max di 10 amici o parenti di giocare gli stessi titoli acquistati, ognuno conquistando i propri achievements liberamente e giocando on-line senza alcuna restrizione.

"dai, vieni a giocare!"

Il prezzo potrebbe essere quello giusto.
Se Valve riuscisse a far arrivare nei negozi una console della potenza pari o superiore a PS4 ed XboxOne ma upgradabile ed arricchita dei servizi descritti prima, offrendola a meno di 500 Euro, potrebbe portare un colpo decisivo al mercato.

Vediamo quali possono essere gli argomenti a sfavore della console Valve:

Il grande vantaggio del gaming PC - upgradabilità e hardware modificabile a piacimento - è a suo volta un fardello pesante per gli sviluppatori.
Console tutte uguali rappresentano un vantaggio per gli sviluppatori: se un gioco si bloccherà a causa di un bug, tutte le console avranno lo stesso comportamento perchè l' hardware è il medesimo. Ma dal momento in cui le console non montano la stessa componentistica ed un bug sarà risolto con un hardware, cosa accadrà con gli altri?  Questo comporterà l' aggiornamento continuo da parte degli sviluppatori.


Potrebbe esserci confusione nella proposta di vendite delle Steam Machine prodotte dalle terze parti.
Un' estensione al punto precedente: qual'è la migliore Steam Machine per te? Quella più veloce?  Più stilosa? Più affidabile? Maggiormente upgradabile? Meglio supportata? Ecco delinearsi una serie di scelte paralizzanti, dove l' esperienza fatta con una Steam Machine potrebbe essere diversa da quella con un' altra Steam Machine.



Pochi giochi vengono sviluppati nativamente per Linux.
Al momento non ci sono molti titoli sviluppati per Linux. Lo sforzo maggiore di Valve sarà quello di convincere le terze parti a sviluppare per questo sistema.
Il prezzo potrebbe non essere quello giusto.
Confrontando i prodotti già sul mercato o in arrivo, abbiamo una vasta gamma di proposte, dai 100 Euro di Ouya, ai 300 di Wii U salendo fino ai 400 di Ps4 e 500 per XboxOne. Un prodotto troppo caro, con al momento molti dubbi sul supporto futuro, potrebbe far calare presto l' interesse.


Per ora l' annuncio di Valve è ancora troppo vago.
Come sarà SteamOS? Quanto sarà malleabile? Quanto dovrà esserlo? Come sono fatte queste Steam Machines? Perchè annunciare tutte queste cose senza essere pronti a snocciolare dati tecnici e mostrare qualcosa di concreto? E' un' operazione fatta per spaventare gli acquirenti delle console next gen in attesa di vedere il nuovo miracoloso prodotto?
Per ora qualsiasi domanda riceve la stessa risposta: "presto saprete".
Speriamo in bene.

2 Commenti:

  1. Che dire?
    Tanti i pro, tanti i contro: sicuramente è una proposta accattivante quella di Valve.
    I miei dubbi maggiori sono, come ha già scritto Nano, il fatto che venga prodotta in chissà quante versioni di chissà quante case ed esperimenti simili in passato han fatto pessime figure oltre al fatto che il sistema Steam è vero che conta una comunità di 50 milioni di utenti, ma entra in un mercato (le console) in cui i 3 marchi famosi sono quelli conosciuti dalla massa occorre una massiccia campagna pubblicitaria oltre al prezzo accattivante.
    Sicuramente da seguire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uè che Nano e Nano , il pezzo è mio :-t
      Vero quello che dici riguardo la pubblicità, tra l' altro Valve per quanto grande non so in confronto a Nintendo MS e Sony come si collichi economicamente, però d' altro canto un' idea ben proposta e organizzata potrebbe avere successo soprattutto confidando nella passione dei "giocatori veri"; ossia quelli che popolano la community di Steam già oggi.

      Elimina