lunedì, marzo 10, 2014
6



Questa anteprima è dedicata a Dying Light il nuovo promettente survival horror con gli Zombie su cui sta lavorando la Software House Techland dopo Dead Island e Dead Island Riptide.
In questa anteprima riassumeremo gli aspetti fondamentali del gioco, rivelati nelle recenti interviste da Tymon Smektala, producer di Techland, per poi approfondirli nel prossimo articolo.
La prima cosa che colpisce da subito è la grafica, la ricchezza degli scenari, gli effetti di luce e particellari dimostrano che il motore grafico Chrome Engine 6, evoluzione del Chrome Engine 5 impiegato per i due capitoli di Dead Island, svolge veramente un ottimo lavoro.

 
Dying Light - Next-Generation Lighting Trailer

La città dove si svolge questa avventura si chiama Harran ispirata, da quanto dichiarato dagli sviluppatori del gioco, a Istanbul.

Sullo sfondo si notano le architetture medio-orientali

Dying Light è un open-world, come i due capitoli di Dead Island,  in cui il giocatore può fare missioni principali o secondarie, costruire armi ed esplorare in free roaming sfruttando le abilità di parkour del protagonista.  

Meglio cercare percorsi sopraelevati che camminare in strada...

A quanto risulta il sistema dei comandi del protagonista sarà semplice ed intuitivo con l'uso di pochi tasti, questo per agevolare le tecniche di parkour e permettere una fuga veloce in caso di emergenza.
Tra le abilità del personaggio, che possono essere potenziante con l’esperienza secondo una progressione RPG come per Dead Island, ci sarà la possibilità di costruire oggetti, armi più potenti ma anche trappole e congegni che servono ad eliminare o distrarre gli zombie.

Quali altre orribili mutazioni attendono il giocatore nella città di Harran?

Il giocatore sarà libero di specializzare come meglio crede i propri poteri, (esplorazione, crafting, combattimento, etc.) scegliendo quali potenziare maggiormente.  
La storia sarà modificata a seconda delle scelte che il giocatore farà durante le missioni principali del gioco.
Ma veniamo ora alla caratteristica più interessante che riguarda il gameplay ovvero la diversità di gioco tra le fasi diurne e quelle notturne. Di giorno infatti gli zombie sono più lenti e meno reattivi ed è quindi il momento ideale per compiere missioni, salvare sopravvissuti o ricercare viveri ed oggetti massacrando qualche infetto. La notte invece il gameplay cambia radicalmente perchè gli zombie sono più numerosi ed aggressivi pertanto non rimane che fuggire in un luogo sicuro o nelle peggiori delle ipotesi nascondersi. In pratica il gameplay è diviso in due fasi principali in cui si passa da cacciatore di giorno a preda di notte, mescolando attacchi strategici a fughe adrenaliniche basate sui riflessi e l'istinto. Quest'alternanza di gameplay se sfruttato a dovere potrebbe creare situazioni sempre diverse e variabili a seconda del proprio stile di gioco.
Sono curioso di capire quali altre varianti questo gameplay può portare nel gioco con il multyplayer cooperativo e soprattutto a quanto corrisponde un minuto reale rispetto ai minuti virtuali del gioco, aspetto importantissimo per poter pianificare le missioni in modo da non farsi sorprendere nel momento sbagliato dalle tenebre.

 Run like hell!

In attesa di nuove notizie ed aggiornamenti nei prossimi articoli del Momo's Warp direi che gli aspetti elencati promettono molto bene. Chissà, magari potrebbe rivelarsi come il miglior survival horror con gli zombie di sempre!

Zio Albert Aka AlbertW

Humanity trailer

 
Dying Light - Night-time Gameplay Walkthrough

Piattaforme: PC, PS4, PS3, Xbox One, Xbox 360.
Giocatori: 1-4 (co-op online).
Possibile data di uscita del gioco Agosto 2014 (da confermare).

Dying Light
Genere:FPS - Horror 
Editore: Warner Bros Interactive Entertainment
Sviluppatore:Techland



6 Commenti:

  1. Certo che i survival horror con gli zombie sono un genere intramontabile! Ma la versione WiiU?? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Dark direbbe: condolianze......

      Elimina
  2. no no, ripeto: sti zombie mi hanno rotto le palle :(

    RispondiElimina
  3. mi trovi in parte d accordo con rush,i due dead island cmq sono ottimi titoli quindi di sicuro il prodotto sarà buono,però bisognerebbe trovare qualcosa di diverso da cui scappare...scimmie infette piacciono a qualcuno?

    RispondiElimina
  4. più che altro mi infastidisce il fatto che appena si annusa una buona trovata te la portano avanti fino ad assillarti e questo succede in ogni ambito: musica, tv, videogiochi eccetera..

    RispondiElimina