domenica, settembre 06, 2015
8

Di recente ho riletto i 14 volumetti de L'uomo Tigre, il mito creato da Ikki Kajiwara & Naoki Tsuji, nonché, forse, uno dei migliori spokon mai disegnati. Chi non ricorda con piacere (se siete vecchi come me) anche e soprattutto l'anime, trasmesso in Italia principalmente da Italia 7 Gold? 
Ebbene, vi consiglio di rimanere legati a quei bei ricordi, perché rileggere il manga oggi vi farebbe cascare il belino. Trame scontate, finali a sorpresa senza sorpresa, personaggi ben caratterizzati ma poco originali. Oh, capiamoci, per l'epoca era oro, considerando che il manga venne pubblicato tra il 1969 ed il 71, ma oggi... beh, oggi no. Siamo abituati decisamente meglio. 
Ed a quasi 50 anni di distanza dal suo esordio, ecco che qualcuno pensa di dare un seguito alle avventure di Naoto Date e co. Ad ottobre uscirà infatti, sulle pagine nipponiche di Young Magazine The Third il nuovo "Tiger Mask: Shadow of Justice", disegnato dal Mangaka Yuko Osada (Toto, Run Day Burst, Ken il Guerriero: La Leggenda di Raoul) per la sceneggiatura di Katsunori Kobayashi.
So poco relativamente alla trama, anzi diciamo pure niente. Le nuove avventure del nuovo (perché il vecchio non può essere) Uomo Tigre si svolgeranno in un futuro prossimo, e se il manga vuole essere un minimo fedele al vecchio arco narrativo ed al fattore temporale, difficilmente avremo a che fare con anche uno solo dei volti a noi noti. Potrebbe scapparci una sorta di cameo, ma nulla di più.
Insomma, speculazioni ed Hype sembrerebbero farla da padroni, ma in realtà io mi chiedo altro.
Ok, siamo in crisi con il cinema (ormai escono solo sequel, prequel e reboot), ma è giusto che anche nei manga si inizi a seguire questo filone? Basti vedere tutti gli spinoff da poco usciti legati al marchio di Ken, lavori veloci, magari anche buoni, ma mirati solo a vendite facili. La passione è altro.
Vogliamo davvero rischiare di rovinare un mito, per altro già invecchiato male, come quello dell'Uomo Tigre, per vendere qualche volume in più, invece che investire su qualcosa di nuovo? 
Mi piacerebbe conoscere i vostri pareri in merito all'argomento...

8 Commenti:

  1. Da quanto ne so il manga è sempre stato elogiato di meno dell'anime, quest'ultimo l'ho visto l'anno scorso e per me fa ancora la sua porca figura!
    Si parla sempre del non voler rischiare in un mercato invaso da nostalgici, per quanto mi riguarda l'uomo tigre rimane l'uomo tigre, ma forse sono troppo giovane per parlare di nostalgia!
    p.s: parlando di sequel, è uscita pure la nuova serie di devilman ed il nuovo anime di Saint Seiya!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente è uno dei rari casi in cui l'anime è fatto decisamente meglio del manga, per vari motivi (a mio parere)

      Elimina
  2. per nostalgia ho preso la prima uscita in dvd qualche tempo fa....a ben 1.99 €
    per me resta uno dei cartoni più belli di sempre,nulla a che vedere con le porcate odierne,pensare ad un seguito ambientato nel futuro,anche se prossimo,mi fa decisamente rabbrividire....

    altri ritorni mi hanno decisamente incuriosito,come quello di x-files (anche se andiamo fuori tema)ma questo mi lascia abbastanza indifferente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ritorno di una serie tv mi fa sempre meno effetto, anche se devo dire che ho odiato, ad esempio, il ritorno di Beverly Hills che ha distrutto il ricordo che ne avevo da bambino...

      Elimina
  3. Sta per uscire anche Devilman vs Cyborg 009 o sbaglio? O magari è già uscito :) Sinceramente la moda del remake la trovo tremenda (per usare espressioni non volgari) ma il povero Naoto ha già subito pesantemente con la versione live-action dell'Uomo Tigre e, per quanto io adori i live action giappi questo è una schifezza inaudita. Riguardo alla nuova serie non so: di Osada ho letto solo Totto nelle sue incarnazioni ed un volume singolo di uscito ins eguito. Non mi è dispiaciuto ma mi manca il resto e soprattutto Raoul, per capire quanto possa gestire certe fisicità.
    Ad ogni modo mi da l'idea che molto del manga darà spazio a Naoto da giovane a Tana delle Tigri: o ci saranno molti flashback o si alternerà per creare presupposti, nemici, rivali eccetera. Ma soprattutto per parlare di un ragazzino più che un uomo adulto in modo da abbassare il target. Credo poi che ci sarà un sacco di sangue in meno, lo splatter non è più ai livelli di quei tempi oggi, al contrario delle tette e porcate che abbondano quindi a Tana delle Tigri potrebbe esser gemellata con Tana della Ciuffa :) Sarò il solito anziano brontolone ma sarà un altro dei remake che farà poco scalpore tra i givani e farà pena ai (vecchissimi) fan.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ultimamente i remake etc la fanno da padrone, anche perché appunto vanno spesso ad interessare quella fascia di pubblico che ha uno stipendio e che quindi porta guadagni facili.
      Penso anche io che troveremo molta più ciuffa e molto meno splatter, così come temo che la trama sarà molto più da shonen che da spokon, ma sono solo mie supposizioni. Certo che se così fosse, preferirei non vederlo pubblicato...

      Elimina
  4. Mitico Uomo Tigre! Non mi perdevo un episodio. Concordo però sul fatto che son cose che è meglio lasciare nella propria infanzia, un po' come Ken il guerriero. A rivederli oggi ti rendi conto di quanto fossero tutto sommato scontati, ma restano degli idoli 8-)

    RispondiElimina
  5. Giusto per fare ulteriori danni, ecco il già citato live action dell'Uomo Tigre: https://youtu.be/YznXGupTVxQ

    RispondiElimina