venerdì, ottobre 09, 2015
6
C'era una volta un eroe vestito di verde, in una terra lontana circondata da monti e foreste. Questo eroe arrivava sempre nel momento del bisogno, quando il mondo era minacciato dalle tenebre del male e una famosa principessa si trovava in pericolo. Brandendo una spada sacra in grado di repellere il male, l'eroe affrontava con coraggio i suoi nemici, riportando l'ordine e la pace.
Ma non è questa la storia che ci vogliono raccontare in questo nuovo Zelda per Nintendo3DS, che eredita dalla serie Four Sword la meccanica di utilizzare più Link insieme, o giocare con altri amici, ognuno associato ad un Link.
Stavolta la storia è più qualcosa tipo:
"C'era una volta una principessa viziata che giocava a style boutique. Una volta che una vecchia più viziata di lei le ruba il giochino, lasciandola vestita di stracci, un trio di eroi deve aiutare la principessa per potersi di nuovo vestire. Indossando dei vestiti di dubbio gusto, dalla ragazza pon-pon all'abito da principessina, gli eroi dovranno affrontare gli scherni dei videogiocatori e barcamenarsi tra una sfilza di dungeon, sperando di far guadagni da record".
Dal trailer seguente potrete vedere di che parlo, e sulla trama non mi sto inventando nulla. Si tratta davvero di aiutare la principessa a rivestirsi.
Per quanto sembri più un gioco eshop a prezzo budget, Tri Force Heroes uscirà in copia fisica il 23 Ottobre a prezzo pieno.


Vediamo cosa c'è di buono e cosa no: la meccanica di costumi, escludendo quelli sciocchi, è interessante e ricorda le maschere di majora's mask. Con la tuta zora si nuota veloci, con quella goron si entra nella lava e via dicendo. Tuttavia, da quanto si è visto, non si potranno cambiare durante il livello, il che limita un po' la cosa. Pure gli oggetti presenti nei dungeon pare che non saranno numerosi come in Four Sword Adventures, dove infatti si incoraggia a ragionare su cosa portarsi dietro, cosa tornare a recuperare e via dicendo, bensì ognuno dei tre eroi avrà un oggetto per tutto il corso del dungeon. Da un lato snellisce, ma dall'altro banalizza.
Aspetto di vedere il gioco completo per giudicare, ma per ora preferisco andarci coi piedi di piombo, non mi sembra valere 45€.
Voi che ne pensate?

6 Commenti:

  1. ma assolutamente da boicottare, come quell'altro coso che porta il nome di Metroid.......

    RispondiElimina
  2. boh...per me hanno scoperto l lsd con 30 anni di ritardo...

    RispondiElimina
  3. Per la miseria, la storia è...no ho parole. Zelda ha sempre avuto problemi in questo campo ma qui è davvero tragico. Lo stile grafico, non parlo di mole di poligoni, è davvero mirato ad un pubblico che cerca carinerie, quindi magari è il primo Zelda mirato alle ragazze che vogliono giocare in multiplayer? Eh...Da un eccesso all'altro: Konami che mira ai porno pachinko e Nintendo che sforna queste "perle". Le meccaniche di gioco, come sottolinea giustamente Kerbs hanno tratti interessanti ma che tendono a banalizzare il sistema con un'applicazione continua. E non parliamo dei vestitini...E poi, magari sono io, ma la tizia che parla nel video ha una voce INCREDIBILMENTE fastidiosa!

    RispondiElimina
  4. Ma quindi si può giocare anche da soli o è obbligatorio essere in tre (local o online)?
    Di base mi attira poco anche se alcune meccaniche sono carine... però la storia e i costumi mi fanno cadere le "braccia"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come Four Sword Adventures, è giocabile anche in singolo controllando tutti i link e spostando il controllo da uno all'altro.

      Elimina