martedì, novembre 10, 2015
1

A cura di SimonBZ 
 
Innanzitutto piú che un vero gioco, si tratta di un "omaggio" al grandissimo film "lo chiamavano Trinitá" , reso sotto forma di videogioco. La scelta degli sviluppatori é stata quella di proporre un unico livello demo di un picchiaduro a scorrimento, con la classica forma di un vecchio arcade da bar degli anni ´80. La scelta probabilmente é dovuta alla tipologia di gioco proposta, considerando quanto i picchiaduro a scorrimento orizzontale fossero popolari in quegli anni, grazie a titoli come Double Dragon, Ninja Gaiden e mille altri . L´omaggio al film é reso molto bene, con numerose battute riportate sotto forma di fumetti nelle "cut scenes", campionamenti sonori di "schiaffoni" e di qualche frase originale ("scusa capo") e scenette varie rese in pixel art. Il giocatore puó scegliere di impersonare Trinitá (Terence Hill) oppure Bambino (Bud Spencer) o entrambi, giocando in coppia, esattamente come accadeva con il sopracitato Double Dragon.


Le mosse dei protagonisti sono ben studiate: c´é il tasto di base per scazzottare gli avversari, poi c´é il tasto per la "mossa speciale", ovvero per bambino il cazzottone dall´alto verso il basso sulla crapa degli avversari e per Trinitá, il famoso giochetto "pistola-schiaffone":



 


Bambino puó anche raccattare da terra gli avversari stesi, portandoli in giro per lo schermo ed usandoli come oggetti contundenti. Per ripristinare l´energia, si incontrano un paio di volte dei personaggi che distribuiscono birre e padelle di fagioli.
Simpatico anche il cameo dedicato a "Ritorno al futuro 2": a circa metá livello si incontra una De Lorean in bella mostra sullo sfondo, ed i titoli finali fanno mostra di un "to be continued" riprendendo lo stile della trilogia interpretata da Michael J. Fox.

Altra simpatica trovata, la possibilitá di entrare in un saloon dal cui esterno vedremo schizzare fuori i villains seguendo il ritmo della pressione del tasto (button-mashing selvaggio) con tanto di rumore di schiaffoni campionato dal film.
 
Insomma, una demo che si risolve in 5 minuti di gioco, ma davvero ben studiata e che trasuda amore e ammirazione per la coppia Bud-Terence. Da provare, visto che é gratis, non tanto per l´aspettativa di giocarci a lungo (data la brevitá e sostanzialmente la mancanza di vera sfida) ma quanto per l´effetto nostalgia. Potrete insomma rivivere sui vostri schermi, un gioco che poteva davvero essere, ma non c´é stato. Mannaggia all´arretratezza italica!! Avessimo mai davvero investito in questo settore, magari oggi ricorderemmo davvero i tempi in cui spendevamo sacchi di monetine per finire questo gioco, o staremmo ancora discutendo con gli amici se era meglio questo o il picchiaduro ad incontri con Thomas Millian!!




1 Commenti:

  1. che dire,spero che recuperino facendone un vero e proprio gioco oggi,magari per noi vecchietti...
    idea carinissima,si poteva avere un qualcosa in più a livello tecnico ma per essere quello che è va benissimo

    RispondiElimina