domenica, gennaio 31, 2016
5
Bentornati negli anni 90,anni in cui i punta e clicca vivevano il loro periodo migliore e più prolifico.
Il genere purtroppo dopo aver trovato terreno fertile sui PC domestici dell epoca ha vissuto un altrettanto rapido declino causato dalla diffusione delle console.
Esemplari del genere continuano ad uscire se bene relegati ad una nicchia di mercato abbastanza ristretta,un pò perche veramente il genere non è in voga,ma anche perchè fare un paragone con gli esponenti più illustri del genere è imbarazzante.
Tutto questo pippotto per arrivare a dire che il titolo Revolution Software parte da una campagna Kickstarter brillantemente arrivata a termine.
Non voglio farla lunga per il piacere di scrivere,lo faccio per dare delle attenuanti al titolo,o meglio,le darò a breve.

Stringendo,ci ritroveremo nei panni del buon George coinvolti in un caso di omicidio,un ladro entra nella piccola galleria d arte in cui ci troviamo in veste di agente assicurativo,ovviamente dall essere li per caso a diventare protagonista della vicenda il passo è breve,e come sempre scavando si scopre che quello che sembrerebbe in principio un crimine fine a se stesso ha risvolti ben più oscuri e complessi.

La dinamica del gioco per quanto scontato è assolutamente uguale e fedele ai suoi predecessori,a volte fin troppo,altre fin troppo poco...mi rendo conto di essere vago e poco chiaro,quindi andiamo ad analizzare l aspetto ludico e tecnico ,anche perchè la trama se vorrete approfondire è bene che ve la gustiate giocando.

-GENERE: PUNTA E CLICCA?
Beh indubbiamente si...MA...purtroppo... a differenza dei migliori capitoli della serie non sarà possibile girare per la città visitare strade adiacenti,cercare tra i vicoli,ci si limiterà quasi sempre a passare da una schermata a quella adiacente,rarissimi casi prevedono altre schermate raggiungibili consecutivamente,il tutto assume quasi le sembianze di un escape game in cui all interno della stanza in cui siete troverete la soluzione ai vostri problemi.
Per i più pratici scordatevi di raggiungere una località e girarvi fin quando non avrete risolto tutto o trovato una nuova pista,la dinamica qui sarà: andate alla galleria risolvete quello che c è da risolvere e andate da un altra parte,fate il compitino e andate altrove etc etc etc,per altro,non sarà così difficile capire dove andare visto che ci sarà quasi sempre una sola possibilità.

George Stobbart è un accumulatore seriale!
Si...ma in remissione,se nei primi capitoli della serie succedeva di raccogliere un determinato oggetto all inizio del gioco ed usarlo alla fine,ora la quasi totalità degli oggetti si troverà li dove serve,come le informazioni per risolvere un puzzle si troveranno parlando con qualcuno sempre in zona.
Parlando dei puzzle,elemento centrale di un punta e clicca,sono buoni per un neofita,scontati in molti casi per chi ha giocato altri capitoli della saga,e se paragonati ai già citati escape game a volte anche banali.
In qualche circostanza ad onor del vero ho dovuto sudare un pò per risolvere il puzzle,ripagato da una gran soddisfazione dopo che l illuminazione ha colto una mente ormai arrugginita .
In un caso invece verso la fine ho dovuto consultare una guida scoprendo di essere uno dei tanti,un enigma infatti va risolto in parte andando per tentativi...scelta abbastanza discutibile,ed in parte risulta incomprensibile alla quasi totalità dei giocatori...

-SI OK MA LE TAVOLE BIDIMENSIONALI SONO POETICHE
Si come no...
Purtroppo anche il comparto tecnico è abbastanza deficitario sotto diversi aspetti.
Da un punta e clicca credo sia lecito aspettarsi di avere delle schermatie accattivanti e ricche di dettagli e che quei 3-4 elementi poligonali a schermo sia ben integrati nell ambiente circostante....
Purtroppo le tavole sono abbastanza scarne spoglie ed anonime,il gioco paragonato ad un Syberia fa veramente sorridere,i personaggi anche sono mal realizzati ed hanno movenze goffe,le parti che dovrebbero dar dinamicità alle scene sono poche ed anch esse mal realizzate....Credo si potesse far decisamente meglio sotto ogni aspetto,soprattutto per non vedere gli scatti dopo che si è fatto un click che mette in moto un azione del personaggio,vedere un blocco della schermata quando ci si avvicina ad un personaggio per parlarci è più frustrante che fastidioso,segnalo anche la presenza di un paio di bug,uno verso l inizio che non permette di rendere un oggetto comunque visibile e segnalato dal cursore,ed uno verso la fine che fa freezare il gioco,senza troppe conseguenze visto il buon sistema di salvataggio.
Non parlo degli intermezzi per carità cristiana,anzi,carità agnostica...

A margine sottolineo piacevolmente i tanti cammeo e qualche trofeo nascosto che potrebbero spingere qualcuno a rigiocarsi un titolo che nonostante tutti i problemi elencati,e nonostante quelli non elencati che vi assicuro ci sono,si farà giocare volentieri e spingerà a voler sempre andare avanti,una  LONGEVITA' che non fa gridare al miracole ma almeno dignitosa se vi soffermerete ad osservare tutto e non cederete alla tentazione di usare aiuti o guide quando vi troverete in difficoltà.

LO CONSIGLIO?
In realtà l ho già fatto a natale sulla fiducia,ora col senno di poi lo riconsiglio ponendo dei paletti,siete amanti del genere? siete disposti ad avere un pò meno di quanto un amante dei capitoli precedenti si aspetterebbe? siete pronti a passar sopra a tanti difetti?
Allora prendetelo e godetevelo,costa poco,anzi,il prezzo è giusto se rapportato a quanto il gioco offre,ci sono buoni spunti qualche situazione simpatica ed anche qualche piccola chicca,segno evidente che forse si voleva far di più ma per tanti motivi non si è potuto,troverete anche una parodia di Putin ed il solito razzismo dei francesi nei nostri confronti,cosa volete di più?

VOTO : 7++

NANO64

5 Commenti:

  1. I punta e clicca erano davvero all'apice negli anni '90, e ce n'erano per tutti i gusti. Il più particolare che ho giocato, sul mio windows '98, è stato l'agente Clay, un pupazzotto d'argilla in un mondo alieno e argilloso che si trova a risolvere diversi enigmi nelle varie camere per recuperare un pallino d'oro contenente preziose informazioni.
    Tornando alla tua recensione, ottimo lavoro! (h)

    RispondiElimina
  2. Da quello che leggo, mi sembra solo un compitino che non aggiunge o toglie niente a questo genere, purtroppo sempre più morente.
    Mi dispiace, perché B.S., pur non essendo il top delle serie ha regalato buone cose, se ne avrò l'opportunità lo proverò comunque.

    RispondiElimina
  3. no tev,non aggiunge proprio nulla ne migliora qualche aspetto particolare,è un more of the same con delle semplificazioni e con un leggero cambiamento di dinamiche,ma nel complesso se ami il genere sarai ben felice di giocarlo,scordati di avere a che fare con il nuovo monkey island però o di vivere la magia di syberia

    RispondiElimina
  4. Ottima recensione, io ho il titolo nel carrello di Amazon, sono prossimo ad ordinarlo. Francamente, quando si parla di vecchie glorie, non mi aspetto mai che i nuovi capitoli siano paragonabili, per qualità, o addirittura migliori, ai primi, anzi... Sono in favore della grafica 2D, in questo caso, ma naturalmente ben fatta...
    Riguardo i bug, come non ricordare quello del primo capitolo, dove se risolvevi l'enigma della capra prima di quando necessario rimanevi bloccato in Siria (o un posto simile) senza possibilità di proseguire nel gioco (bug per altro poi replicato nel porting su GBA!
    Comunque bravo Nano!

    RispondiElimina
  5. nel tuo caso però da amante del genere,e da giocatore di vecchia data della serie ti assicuro che ne rimarrai in qualche modo soddisfatto,nonostante tutto intendo.
    ci si aspettava di più soprattutto pensando alle possibilità che offrono le attuali console o ancor meglio i pc,soprattutto l aspetto artistico che in passato era un punto di forza oggi lascia l amaro in bocca

    RispondiElimina