venerdì, febbraio 12, 2016
6
Come dice il titolo questa non è una recensione vera e proprio, ma una carrellata degli aspetti che mi sono piaciuti e dei difetti dell'ultima imponente opera della Monolith Soft in collaborazione con Nintendo.



Sono passati un po' di giorni da quando ho finito Xenoblade chronicles X, ma aspettavo a scrivere qualcosa perchè non sono ancora riuscito a staccarmi grazie ad un ottimo post game! Ma andiamo per ordine...

Come avrete già capito il gioco mi è piaciuto davvero tanto, soprattutto per il comparto grafico e per la quantità di cose da fare e da personalizzare.
Nonostante le 140 ore di gioco ancora non mi sono stancato di andare in giro per i 5 continenti di Mira e New L.A. a cercare missioni o ascoltare i pettegolezzi della gente, visto che con l'avanzare del gioco (e soprattutto nel post game) la complessa rete di interazioni tra gli npc aumenta esponenzialmente, anche grazie all'arrivo in città di nuove razze di alieni (gli xeno). Il tutto porta alla comparsa di nuove missioni secondarie a volte esilaranti (vedi l'elezione del rappresentante degli xeno a L.A.) o molto drammatiche (come il tentativo da parte di un blade di sterminare tutti gli xeno), che risultano molto più interessanti di molti capitoli della storia principale. Qui esce fuori il primo difetto, la trama principale... non voglio spoilerare troppo, ma a parte alcuni capitoli (l'ultimo e l'8 su tutti imho) tutto il resto risulta abbastanza piatto e non molto curato. Questo è sicuramente un difetto, ma visto nell'ottica del post game ci permette di continuare tranquillamente a giocare senza cadere in paradossi o dover ricominciare la storia conoscendo già tutto e sopralivellati (cosa che non mi era piaciuta nel capitolo per wii).

Come dicevo, le cose da fare sono sempre tante: dal fare le missioni base che si prendono al terminale blade (per avere soldi. esperienza, denaro o qualche equipaggiamento particolare), all'esplorare Mira in cerca di materiali e punti di riferimento o panoramici, in modo da potenziare le sonde e aumentare la percentuale di esplorazione (a 140 ore sono "solo" al 60%!). La gestione delle sonde, che sono un mezzo per estrarre soldi o risorse, si rivela una sorta di gioco dentro il gioco in quanto sfruttano la mappa che compare sul gamepad (che viene chiamato frontier nav) per massimizzare i guadagni attraverso combo di sonde tutte uguali, sfruttamento mirato delle caratteristiche del sito di estrazione (come i panorami scoperti), ecc... e poi diciamolo, finalmente sto benedetto gamepad viene sfruttato a dovere!


Altra cosa che mi intriga parecchio è creare armi o telai skell che non si possono comprare, anche se alle volte si rivelano essere delle ciofeche universali. Per fare questo bisogna andare alla ricerca dei materiali giusti che si ricavano uccidendo mostri specifici. Potrebbe risultare noioso, ma per fortuna quando compare un materiale ostico da droppare o non si si capisce che mostro uccidere, si può ottenere scambiano buoni ricompensa dal terminale online dentro la caserma.

Come detto prima ci sono poi le missioni secondarie che vengono date dai npc sparsi nella città (e non solo) e le missioni intesa con i personaggi giocabili. Ci sono in tutto ben 19 personaggi giocabili, compreso il nostro, e ognuno ha almeno 3 missioni intesa.

Queste ci permettono di approfondire tantissimo la storia dei personaggi ma anche del gioco in generale e inoltre sbloccano delle tecniche particolari da far usare anche al nostro personaggio se si sceglie la relativa classe.

Parlando di classi però, a mio avviso un altro difetto è che al cambio di classe (ce ne sono ben 16) cambiano completamente le tecniche e non si può salvare un set di tecniche predefinito(qui una foto dell'albero delle classi).


Per la precisione le tecniche sono associate alle due armi che si imbracciano e che cambiano in base alla classe appunto, 12 in tutto (6 da distanza e 6 da mischia), e per poterle sbloccare in modo da usarle liberamente indipendentemente dalla classe (cosa molto positiva) bisogna arrivare al rango 10 nelle 6 classi a destra dell'immagine. Quindi tutte le volte che si cambia tipo di arma bisogna ricordarsi di reimpostare le tecniche preferite...
Stessa cosa per le abilità, che sono caratteristiche passive legate alla classe, ogni volta che c'è il cambio classe si azzerano, anche se ci portiamo dietro quelle precedenti.

Uno dei pregi più importanti è che il tutto è personalizzabile e potenziabile tramite l'utilizzo di punti battaglia, che si ottengono in vari modi (principalmente esplorando e completando le collezioni). Anche l'aspetto del nostro personaggio si può modificare sbloccando una certa missione!
Ovviamente anche gli equipaggiamenti sono tantissimi e si possono personalizzare tramite i potenziatori. Uno dei pregi tra l'altro è quello di poter indossare un "equipaggiamento alla moda" che permette di visualizzare il personaggio come meglio ci aggrada a prescindere dall'equipaggiamento reale che stiamo indossando, che magari visivamente è un pugno in un occhio! Di seguito un classico esempio su come possiamo vestire le protagoiste femminili:


Frenate gli entusiasmi però, questi completini si possono ottenere solo creandoli e ci vogliono una miriade di materiali!

Tra le cose da fare, infine, c'è anche una componente online che fornisce diversi modalità per variare un po' il gioco: si possono reclutare amici nel gruppo per farli salire di rango e ottenere delle medaglie blade; ci sono obbiettivi a tempo che riguardano la propria divisione (tipo uccidere un determinato mostro) che danno buoni ricompensa; poi ci sono vari tipi di missioni online da fare con altri giocatori o da soli, che danno ricompense molto succose in termini di materiali (vedi le nemesi universali).

Per quanto riguarda il gameplay, riprende molto quello di xeno per wii, ma con l'aggiunta di mollti bonus e malus. All'inizio l'ho trovato molto semplice avendo giocato appunto al capitolo precedente, ma andando avanti ho notato che è molto più vario: l'aggiunta delle ricariche secondarie e terziarie ti fa pensare molto bene a quando attivare le tecniche, evitando lo spam selvaggio. Il turbo poi è l'apice dell'aspetto strategico del gioco... se sfruttato alla perfezione con le tecniche giuste si possono ottenere questi risultati:
(Non ce la farò mai!!!)
Passiamo invece a una nota dolente, la colonna sonora... forse è per colpa del fatto di aver adorato quella del capitolo per wii (che nintendo mi ha gentilmente regalato), ma questa non mi ha per niente preso. Quella in città poi la trovo irritante, per non contare sul fatto che non si può regolare nelle impostazioni e quindi ce la dobbiamo sorbire sempre!

Ho lasciato alla fine l'aspetto che ho preferito: gli Skell!


Dal capitolo 6 in poi avremo il nostro robotone personalizzato che potremo colorare e armare come vogliamo. Appena presa dimestichezza, saremo pervasi da un senso di onnipotenza e di vendetta nell'andare alla ricerca di quei mostri che ci hanno fatto tanto penare a piedi, per poi venire puntualmente mazzuolati da altri che quando eravamo a piedi non ci cagavano di pezza. Dal capitolo 9 poi potremo prendere il modulo di volo e raggiungere il massimo della libertà del gioco!


 
L'utilizzo dello skell cambia molto il gameplay, in quanto avremo le tecniche legate alle armi e che necessitano di un uso smodato di carburante. Prima di prendere dimestichezza con il sistema di frontiernav per l'estrazione dei soldi, il costo esorbitante dei telai degli skell sarà un problema, ma vi consiglio di farmare molto nelle basi ganglion in quanto alcuni nemici danno armi migliori che in negozio. Anche il livello dei telai è un aspetto importante ed è indipendente da quello del personaggio: per avere un robottone migliore bisogne spendere tanti soldi e finanziare col miranium le ditte produttrici di armi... quindi anche qui tanta pazienza e un uso intelligente delle sonde.

Insomma, il gioco è veramente immenso e permette di affrontarlo in diversi modi in base base alle nostre preferenze e anche al tempo che abbiamo a disposizione. Non mancano i difetti (per citarne un altro, durante l'esplorazione libera si passa attraverso i mostri e alle macchine) e alcune cose potevano essere migliorate o rese più comprensibili (dannate scritte microscopiche, dovrò cambiare gli occhiali), ma secondo me sono apliamente superati dai pregi e, ripeto, da un comparto grafico e tecnico che in alcune situazioni fa gridare al miracolo pensando a quello che siamo stati abituati sulle console nintendo.

6 Commenti:

  1. Ottimo Piwa, anche se io, come sai, sono ancora leggermente indietro per giudicare il tuo operato! =))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! In effetti tutte le volte che compari davanti alla mia caserma (è li che si vedono gli amici) sei sempre a liv 9 :p

      Elimina
    2. Eh... pensa che GTA neanche l'ho tolto dalla custodia!

      Elimina
  2. ottimo lavoro piwa,analisi molto interessante ;)

    RispondiElimina
  3. Grazie Nano! Comunque ancora faccio fatica a togliere il gioco dalla wiiu... anche in mancanza di altro

    RispondiElimina
  4. Ottimo articolo Piwa, meritava assolutamente di uscire in home! (h)

    RispondiElimina