domenica, febbraio 26, 2017
6


Ben ritrovati al secondo appuntamento di "Intervista 'sta Community!", uno spazio dedicato a domande e risposte di utenti che circolano nelle varie community di videogiochi italiane.

Oggi abbiamo un'altra nostra vecchia conoscenza, Federico.

 Partiamo subito con l'intervista.



- Parlaci di te, una piccola presentazione: da quanto sei attivo sulla rete, il tuo primo nickname, il tuo primo forum...

Federico: Sono attivo in rete dal 2010, praticamente da quando sono iscritto su Wiitalia, il mio primo nick lo conoscete tutti immagino ed era anche la moda di quel periodo di mettere l'anno dopo il proprio nome, ovvero federico97.





- Il momento più bello che hai potuto vivere in un forum.

Ci sono molti momenti memorabili che ho trascorso e sinceramente non me li ricordo tutti, "recentemente" mi ricordo quando ho fatto scoppiare quel casino su Ocarina of Time nel Momo's con il video di Egoraptor, è stato uno bello scambio di opinione tra utenti.


- Il tuo primo videogame

Federico: Non ricordo di preciso il mio primo videogame, gioco da quando ho memoria, la prima console che ricordo però è il Nintendo 64 con giochi come Banjo Kazooie, Mario Tennis e Pokémon Stadium, pensate ero così inceppato o piccolo che a dir si voglia che in Pokémon Stadium non sapevo manco come si usassero le mosse.


- Anche se difficile, riusciresti a trovare un gioco preferito in assoluto? Oppure una saga o serie. 

Federico: Vero, questa domanda è complessa per me, tendo a non preferire nessun genere in particolare però riesco a stabilire delle preferenze coi titoli, quindi rispondendo alla domanda, il mio titolo preferito dovrebbe (?) essere Shin Megami Tensei: Lucifer's Call, se parliamo di serie mi piacciono per l'appunto SMT, Civilization, Donkey Kong Country, la trilogia di Soul Blazer e tanto altro che non sto qua a raccontare. La mia saga preferita in assoluto è Panzer Dragoon.


- Come pensi si evolverà il medium videoludico? 

Federico: Facendo il Nostradamus de noi altri penso che prima o poi le risorse per fare i videogiochi dovranno essere così elevate a causa del progresso tecnologico con consecutivi innalzamenti dei costi di produzione, che le software house ovvieranno a questo problema inventando nuovi metodi di guadagno attraverso i media come lo sono stati i DLC (penso che parte di questo problema sarà risolto attraverso la completa digitalizzazione dei videogiochi, che sostengo abbastanza) o nuovi modi di intendere il videogioco tipo attraverso la realtà virtuale che saranno sempre più alla portata di tutti, comunque si tenterà sempre di più avvicinare il gioco alla realtà senza sforzare troppo il giocatore, ovviamente questi due punti dipenderanno dalle politiche di ogni azienda. Si protenderà ovviamente sempre verso gli open world, sperando che lo stesso progresso tecnologico li farà diventare più corposi, riguardo alla qualità dei titoli in futuro non so prolungarmi, ogni software house saprà stupire a modo suo come lo sta facendo Nintendo con questo nuovo Zelda, cambiando rotta dai canoni classici tridimensionali della serie. 


- Il mercato dei videogiochi ormai è un'industria che fattura più del cinema, pensi che come per i film, anche i videogiochi siano una forma d'arte e non solo intrattenimento?

Federico: Dipende dalla definizione di arte, dipende dal videogioco e dipende da come vediamo il media videoludico. Diamo per buona la definizione di arte come qualcosa che ha un certo costrutto e riesce ad esprimere qualcosa con o senza morale, è difficile trovare un costrutto nei videogiochi, certo possiamo prendere vari generi, però gli stessi generi sono solo fini al gameplay stesso, che talvolta può o non può contenere una narrazione. Se devo parlare per esperienza mi sono imbattuto in vari titoli che posso definire personalmente arte, sia attraverso la sua narrazione come Planescape: Torment, sia attraverso la sua narrazione tramite gameplay come il già citato Panzer Dragoon.



- Colonna sonora preferita in un videogioco? 

Federico: Chissene fotte dell'arte a sto punto: ANARCHY REIGNS. 


Hai un autore di videogiochi che apprezzi particolarmente? 

Federico: HIDEAKI ANNO, no scherzo. Hideki Kamiya, ritengo "The Wonderful 101" come una perla, poi apprezzo moltissimo Sid Meier, spesso vedo alcune meccaniche nei suoi giochi e mi chiedo come faccia, Chris Avellone, creatore di RPG occidentali fondamentali e infine Cozy Okada, creatore della saga di Shin Megami.


- Descrivi un pregio e un difetto dei videogiochi.

Federico: Probabilmente se non ci fossero sarei ricco, ma avete letto che curano le depressione? 


- Hai mai avuto il sogno di realizzare un videogioco? Riusciresti a descriverlo brevemente? 

Federico: Il mio sogno è realizzare videogiochi, ho realizzato diversi concept, alcuni minuscoli che andrebbero bene per app android, 2 che andrebbero bene ad esempio in una software house indipendente e poi c'è questo RPG MASTODONTICO CON STA TRAMA IMMENSA, insomma ho dei piani per qualunque situazione in cui mi trovi, ovviamente avevo scritto tutte le idee però credo di aver perso il file, ma in genere ho tutto in testa per inerzia, sono cose che ho concettualizzato tipo 3-4 anni fa. 
Post Successivo
Questo è il più recente
Post più vecchio

6 Commenti:

  1. Grande intervista ad un grande utente! Fede tornaaa!
    Il video di egoraptor comunque fa cacare ed è un clickbait assurdo per farsi visualizzazioni e generare traffico facendo il bastian contrario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è clickbait, ma per me è in fondo è interessante perché mette a nudo le meccaniche di OOT dimostrando che è un allontanamento dal concept originale di Zelda, cosa che si è tentata di ripescare con ALBTW e BotW. Comunque come momento memorabile è uno dei meno considerabili che avessi potuto prendere ma mi veniva solo quello in testa ehehehe.

      Elimina
    2. Ma che fine hai fatto? Ci manchi sul foro!

      Elimina
    3. Non apprezzo più il dialogo forumistico come un tempo

      Elimina
    4. Peccato, ma sappi che ti aspettiamo a braccia aperte!

      Elimina